Dovevano terminare entro il 30 giugno per non perdere i circa 5 milioni di finanziamento pubblico e così è stato: la muratura e il tubo di collegamento sono stati ultimati ed il verbale di conclusione rispetterà i tempi previsti dalle norme, ma prima dell’entrata in funzione del nuovo depuratore realizzato in parte con un mutuo acceso da Riveracqua e in parte grazie a fondi europei, con la cabina di controllo posta all’inizio dell’Incompiuta da cui parte il collegamento delle acque reflue fino al depuratore di Imperia, passeranno ancora alcuni mesi.

Si dovrà infatti sostituire una tubatura in via Sant’Elmo che non regge all’incremento della pressione. Un lavoro che costerà circa 250 mila euro e che dovrà essere effettuato da Rivieracqua.


Un intervento che difficilmente potrà essere realizzato nelle prossime settimane con la stagione turistica alle porte e che slitterà con ogni probabilità all’inizio dell’autunno

“Prima dell’entrata in funzione – dice il vice Sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Cristiano Za Garibaldi – ci vorrà ancora qualche mese, l’opera, di fatto è conclusa,  ma resta questo intervento, di competenza di Rivieracqua che, al momento, sta elaborando i preventivi, ma siamo fiduciosi in una celere conclusione.”

la cabina di pompaggio sull’Incompiuta per l’allaccio al depuratore di Imperia