I quattro consiglieri comunali della minoranza di Diano marina Simone Borgarello, Marco Ghirelli, Michele Calcagno, Angelo Basso hanno depositato una richiesta ufficiale al Sindaco di indire un Referendum Popolare affinché sia tutta la popolazione ad esprimere il proprio parere su dove dovrà essere realizzata la pista ciclabile.

I consiglieri di minoranza ritengono che una decisione che determinerà il futuro economico e viabile del Comune non possa che passare attraverso un Referendum popolare affinché una scelta così importante sia fatta da tutta la popolazione residente e non da una Giunta pro tempore.


Copia della richiesta è stata anche inviata, per conoscenza, al Prefetto di Imperia.

Nella lettera minoranza dianese fa esplicito riferimento all’articolo 34 dello Statuto comunale che prevede che il referendum possa essere promosso da un terzo dei membri del consiglio.

Purtroppo i consiglieri di minoranza si sono “dimenticati” che anche il sindaco è a tutti gli effetti un consigliere comunale, per cui la richiesta della minoranza non potrà essere accolta per mancanza del numero minimo richiesto in quanto i consiglieri sono 13 (12 + il sindaco) e non  12 come sosteneva la minoranza.

Tuttavia c’è un altro problema: anche se ci fosse stato il numero di consiglieri previsto dalle norme, il referendum non potrebbe essere indetto perché il regolamento comunale vieta referendum popolari sulla pianificazione e programmazione territoriale settore nel quale rientra la pista ciclabile.