Martedì in Comune a Tortona, si è svolto l’incontro convocato dalla Provincia di Alessandria, su sollecitazione del Comune di Tortona, per esaminare la situazione dei miasmi provenienti dall’impianto di biodigestione sito sulla Strada provinciale per Castelnuovo Scrivia.

Oltre all’Amministrazione Comunale di Tortona rappresentata dal Sindaco Gianluca Bardone e dall’Assessore all’Ambiente Davide Fara, erano presenti il Presidente dell’Osservatorio Ambientale Comunale Dott. Carmelo Ciniglio, funzionari del Comune di Tortona, della Provincia, di Arpa e dell’ASL AL, e i vertici del Gruppo Ecoprogetto-Ladurner, titolare dell’autorizzazione per l’attività dell’impianto.


Si è ampiamente discusso sulle possibili cause dei miasmi, che potrebbero derivare da un presunto cattivo stato gestionale dell’area, dalla fase di stoccaggio del forsu, oppure, come già evidenziato dall’Arpa e sostenuto anche dalla stessa Ladurner, dall’inadeguatezza del biofiltro.

Su quest’ultimo l’azienda sarebbe già intervenuta e potrebbe essere stata proprio la manutenzione eseguita nelle scorse settimane ad aver accentuato il fenomeno odorigeno.

I prossimi giorni saranno decisivi per dimostrare se la causa dei miasmi sia effettivamente da attribuire al malfunzionamento dell’impianto, piuttosto che alla quantità e alla modalità di stoccaggio del materiale da biodigerire.

Giovedì verranno effettuate delle analisi in contradditorio tra Azienda e Arpa sul fenomeno odorigeno e in conseguenza degli esiti la Provincia valuterà tempestivamente gli eventuali provvedimenti da adottare.

Nel caso l’indagine odorigena confermasse la presenza di miasmi, con ogni probabilità, verrà, a titolo cautelativo, sospeso il conferimento del materiale all’impianto o, comunque, ne verrà limitato il quantitativo, così da smaltire quello effettivamente ancora presente nei capannoni all’interno della struttura.

“L’incontro di questa mattina – dichiara l’Assessore Davide Fara – è stato molto importante perché tutti i soggetti coinvolti nella vicenda Provincia, Arpa, Asl e Comune si sono ritrovati per discutere di questa grave problematica. Nei prossimi giorni verranno fatte ulteriori verifiche e valutazioni sull’impianto e poi, da quanto emerso, verranno adottati dalla Provincia i provvedimenti necessari per contenere il fenomeno dei miasmi che sta creando problemi non indifferenti a molto tortonesi che abitano nella strada per Castelnuovo e in zone limitrofe. Da parte nostra continueremo a monitorare gli eventi rimanendo a disposizione e all’ascolto dei cittadini”.