Il giovane, affidato al programma di riabilitazione che gli imponeva di prestare servizio presso la mensa di un istituto scolastico di Imperia, dopo aver adocchiato due telefoni cellulari di due ignari dipendenti, se ne impossessava per poi allontanarsi alcuni minuti dopo.

E’ quanto accaduto lo scorso 31 maggio.


Immediata la denuncia sporta dai proprietari dei cellulari e gli accertamenti eseguiti da personale della questura di Imperia.

Al termine di accurate verifiche, e’ stato quindi possibile attribuire un nome al presunto ladro.

Ieri, durante il servizio di pattugliamento, un equipaggio della squadra volante ha intercettato s.a., in compagnia di due minorenni (una ragazza ed un ragazzo), in una via di porto Maurizio.

Il giovane, accompagnato negli uffici della questura, dopo aver fornito versioni contrastanti con quanto accertato dagli agenti, ha ammesso la responsabilita’ del furto dei due costosi telefonini.

A seguito delle dichiarazioni rese, s.a., e’ stato denunciato in stato di liberta’ poiche’ resposnabile del reato di furto aggravato.

I minorenni che si trovavano in compagnia del giovane sono stati rispettivamente denunciati in stato di liberta’ per oltraggio a Pubblico Ufficiale e segnalati per possesso di sostanza stupefacente.

Il primo, infatti, ha inveito verbalmente contro gli agenti della squadra volante, opponendosi alla attivita’ di polizia giudiziaria in corso e relativa al deferimento in stato di liberta’ del suo amico.

La seconda, diciassettenne di Imperia, riaffidata ad una casa famiglia di savona dalla quale si era allontanata, e’ stata segnalata alla preffetura di Imperia poiche’ trovata in possesso di 4,5 gr di hashish e condotta, dagli agenti della questura, presso la struttura affidataria.