L’Amministrazione Comunale di Tortona chiede la collaborazione dei Cittadini per contrastare la diffusione dell’ambrosia e favorire la prevenzione delle relative patologie allergiche, invitando i proprietari a pulire le aree private di propria pertinenza.

L’Ambrosia Artemisiifolia è una pianta erbacea annuale infestante, a ciclo vegetativo tardo estivo; la fioritura inizia in agosto e si prolunga fino a ottobre.


In questo periodo la pianta produce una notevole quantità di polline, con proprietà fortemente allergizzanti, che può essere trasportato molto lontano dal vento e che può causare, in soggetti predisposti, l’insorgenza di diverse patologie allergiche.

Le manifestazioni allergiche nei soggetti sensibili comprendono sintomi nasali (prurito, gocciolamento, starnuti, naso chiuso), sintomi oculari (prurito, lacrimazione), sintomi respiratori.

Strettamente correlata alle condizioni climatiche – ama i luoghi assolati e asciutti – predilige terreni fertili ed incolti, aree di cantiere, bordi e cigli stradali ed autostradali, massicciate ferroviarie, terreni da riporto.

In base all’esperienza acquisita ed alle sperimentazioni effettuate, lo sfalcio periodico delle aree infestate (luglio – agosto), rappresenta il sistema più efficace per ridurre in modo significativo la diffusione del polline.

Pertanto, in occasione dell’imminenza del periodo di massima diffusione dei pollini della pianta Ambrosia, si intende richiamare l’attenzione sulla Circolare della Regione Piemonte n. 10497 del 16.4.2013 e sull’art. 25 del Regolamento di Igiene del Comune di Tortona, approvato con deliberazione del C.C. n.  67 del 11.9.2012, “Pulizia e manutenzione terreni incolti”.

In particolare si invitano

  • i proprietari e/o conduttori delle aree agricole non coltivate, di aree urbane verdi ed incolte e di aree verdi industriali dismesse, ai responsabili dei cantieri edili e stradali, agli amministratori di stabili con annesse aree pertinenziali, ai proprietari di aree recanti depositi temporanei o permanenti all’aperto, ai proprietari di aree in genere non edificate, ciascuno per le rispettive competenze, a vigilare sull’eventuale presenza di Ambrosia nelle aree di loro pertinenza ed eseguire almeno uno sfalcio entro la terza decade di giugno
  • i proprietari di aree con eventuale presenza di Ambrosia e di difficile accesso per il taglio, a trattare dette aree con idoneo diserbante;
  • i cittadini ad eseguire nei mesi estivi una periodica ed accurata pulizia da ogni tipo di erba presente negli spazi aperti (cortili, parcheggi, marciapiedi interni) di propria competenza e/o di proprietà, a curare i propri terreni provvedendo all’eventuale semina di colture intensive semplici come prato inglese o trifoglio, che, essendo piante antagoniste, impediscono lo sviluppo dell’Ambrosia Artemisiifolia.