Il liceo scientifico “Amaldi” di Novi ha conquistato il quarto posto alla finale nazionale delle Olimpiadi di Problem Solving svoltesi   il 5 maggio a Cesena. Un risultato che si inquadra nel suo giusto rilievo se si pensa che le venti squadre finaliste di Cesena, una in rappresentanza di ciascuna regione italiana, sono il frutto di una selezione che ha visto la partecipazione di ben 1366 scuole a livello nazionale. Alla finale nazionale di Problem Solving la squadra dell’Amaldi era composta da quattro ragazzi della classe 2^I indirizzo Scienze Applicate: Samuele Carrea, Claudio Pasciucco, Michela Persi e Mirco Romanelli. La scuola novese è stata, inoltre, l’unico istituto superiore di secondo grado a partecipare, contemporaneamente, sia alle Olimpiadi di Problem Solving che alla nuova gara di Coding ovvero la creazione su di una piattaforma Scratch o Snap di un tema assegnato.

Alla gara di Coding e Pensiero Computazionale hanno partecipato Fabrizio De Bernardi, Anna Del Bino e Riccardo Gemme della classe 2^I indirizzo Scienze Applicate. Il loro progetto presenta Novi con un percorso che ne descrive gli avvenimenti storici più importanti e gli edifici di interesse pubblico, sportivo, culturale. Percorso storico che può essere visitato anche cliccando sulle singole date della linea del tempo che appare. Sulle mappe, cliccando sui punti esclamativi o sui punti di interesse evidenziati con cerchi neri, si ottengono ulteriori spiegazioni.


I programmi delle scuole partecipanti sono stati giudicati in base a criteri quali originalità, qualità del lavoro in generale, del codice, dell’implementazione ed infine della correttezza e della completezza. Alla finale nazionale sono stati ammessi ventiquattro lavori, provenienti da scuole di ogni ordine e grado di molte regioni italiane ed è stata stilata una classifica unica.