Che la stazione di Diano sia sprovvista di bagni pubblici perché realizzati all’interno dell’unico locale chiuso che dovrebbe fungere da sala d’aspetto (nella foto in basso) è noto da tempo, ma che qualcuno arrivasse a “farla” sui binari è davvero qualcosa di impensabile.

Eppure la macchia che vedete nella fotografia in alto sembra non lasciare dubbi: il muro è più scuro, quasi a forma di piramide e proprio ad altezza d’uomo, anzi di bambino, che forse non riusciva a tenerle e allora la mamma magari gliel’ha fatta fare lì.

Ad avvalorare l’ipotesi il pavimento che è più scuro.

Vorremmo sbagliarci, ma tutti gli indizi sembrano portare in quella direzione.