Si chiama  “ITIS WaterWatch” ed è  un prototipo di monitoraggio per la sicurezza del territorio e per salvare vite umane, basato su software e hardware open source, in grado di segnalare sui social network e su cellulare situazioni di pericolo dovute a possibili allagamenti o esondazioni dei corsi d’acqua.

Uno strumento innovativo dal costo di poche centinaia di euro realizzato  da Giacomo Galletti e Andrea Ruo, studenti della Quinta B  Informatica & Telecomunicazioni dell’ITIS di Imperia.

Uno strumento che li ha fatti vincere il Premio “Fiorenzo Squarciafichi per il Ponente e la sua sicurezza” bandito dai Rotary Club del ponente ligure.

Gli studenti, accompagnati dai docenti tutor del progetto Ing. Simone Zanella (nella foto insieme ai due studenti)  e Giuseppe Murzio, sono stati premiati ieri all’Auditorium del Museo Navale di Imperia all’interno del Convegno sul Rischio Sismico ed Idrogeologico promosso e organizzato dal Rotary Club Imperia.

“E’ particolare orgoglio per l’ITIS di Imperia – dicono alla scuola –   la valorizzazione delle eccellenze dei propri studenti; oltre al riconoscimento di mesi di lavoro in laboratorio”

I ragazzi hanno anche ricevuto dal Rotary International un assegno di ben 2.750 euro, che impiegheranno per il prosieguo degli studi all’Università.

Il costo dei componenti per realizzare il dispositivo è inferiore ai 300 €, e può essere replicato (e migliorato) da chiunque seguendo le istruzioni scaricabili attraverso il sito di riferimento: https://goo.gl/DQE5uK

Nella foto in alto un momento della premiazione.

I due ragazzi premiati

Il prototipo realizzato dagli studenti