Ha raggiunto le firme la petizione lanciata dal Comitato a favore della pista ciclabile che si è costituito a Diano Marina

Si tratta di una petizione lanciata prima online tramite il sito change.org e poi attraverso diversi punti vendita per chiedere al comune di realizzare al più presto la pista ciclabile.


Le firme si raccolgono presso Parrucchiera Rossella in Corso Europa 42, BC TIME SAS in Via Milano 85, libreria Il pensiero di Firmino – Mondadori Bookstore in Corso Roma 19, al Bar Chocolat in viale Kennedy 71, e alla Pasticceria Benso in via Genova 9, nonché  e online al link https://www.change.org/p/sindaco-di-diano-marina-realizziamo-la-pista-ciclabile-nella-sede-della-vecchia-ferrovia-a-diano-marina?recruiter=505149893&utm_source=share_for_starters&utm_medium=copyLink

La scelta di allestirla online nasce anche dal fatto di vole raccogliere il parere dei numerosi villeggianti, nonché titolari di seconde case che ogni anni decidono di venire a Diano Marina e   trasformano la città di 5 mila residenti in una popolazione di circa 50 mila abitanti.
La petizione  nasce dal gruppo “Diano Marina Ciclabile in Ferrovia” per dire NO a una Diano Marina divisa, tagliata in due da un’arteria statale, che passerà dalla dicotomia fra il centro e il “sopra la ferrovia” a una nuova separazione fra il centro e il “sopra l’Aurelia”.

Nella petizione appare chiaro i promotori delle pista ciclabile, ritengono che la medesima non sia incompatibile con i parcheggi che  il Comune di Diano marina vorrebbe realizzare in alcune zone dell’ex sedime della ferrovia: “La riqualificazione del sedime ferroviario con il proseguimento della pista ciclabile  – si legge al termine della petizione – unita ad una razionalizzazione della viabilità e alla creazione di nuovi parcheggi risulta la scelta vincente che porterà, in tempi brevi e con una spesa più contenuta, allo sviluppo di una nuova Diano Marina finalmente unita.”