Tra i diversi eventi collaterali del Video Festival in programma a Imperia in questi giorni, ne segnaliamo due che si terranno alle 10,30 presso l’Auditorium della Camera di Comemrcio di Imperia.

Terza giornata, giovedì – Stanotte a San Pietro


“In questa nuova edizione – dicono gli organzizatoiri del Video Festival –  abbiamo deciso di dedicare uno spazio del mattino ad unʼopera in concorso. Lo abbiamo fatto pensando ai più giovani, in quanto crediamo che i contenuti mostrati e descritti nel documentario possano rivestire un interesse didattico. La visione collettiva, il buio della sala e il grande schermo unitamente alla conduzione di Alberto Angela sapranno trasmettere al meglio i contenuti di questo prodotto dal grande valore culturale. Alberto Angela ci conduce alla scoperta del Vaticano, in tutta la sua Maestosità e la sua suggestione notturna. Uno scrigno di tesori dʼarte, religione e cultura che si schiude per offrire agli spettatori un percorso intimo e spettacolare al tempo stesso. Di notte, senza le folle dei turisti, finalmente le opere dʼarte potranno parlare e raccontare i segreti di una bellezza che incanta da secoli… Una grande produzione, arricchita da ospiti dʼeccezione come Giancarlo Giannini e Carlo Verdone, che si avvale della tecnologia 4K HDR, spettacolari riprese con droni, effetti speciali, minifiction. Una grande operazione culturale realizzata in collaborazione con il Vaticano. Alberto Angela, ci fa scoprire monumenti famosi, come la cupola di San Pietro, la sublime Pietà, gli affreschi della Cappella Sistina e i giardini immersi nella quiete notturna. Ci racconta una lunga storia di potere, spiritualità e mecenatismo che ha conosciuto anche momenti drammatici.”

 

Quarta giornata, venerdì – L’orizzonte, ogni giorno, un po’ più in là

Nella vita non esistono scelte giuste o sbagliate – esistono solo quelle che ci portano ad una certa latitudine e longitudine in un determinato momento. Io ho scelto di fare il giro del mondo in 1000 giorni, attraversando 44 paesi, senza mai prendere un aereo. “Claudio ci fa scoprire un mondo che sembra non appartenerci più, ricordandoci invece che ce l’abbiamo lì, a portata di mano” Così ha detto Licia Colò.

Claudio Pelizzeni, originario di Piacenza era un bancario, vicedirettore di filiale a Milano. Il giro del mondo senza aerei è sempre stato il suo sogno nel cassetto. Affetto da diabete dall’età di 9 anni, decide di mollare tutto e dimostrare, con la sua esperienza, che il viaggio e la realizzazione dei propri sogni, sono terapia per corpo e mente… Per molte persone un posto di lavoro stabile e sicuro è un miraggio, ma non per tutti. Per altri una patologia come il diabete può rappresentare un handicap, ma non per tutti… Un viaggio appassionante dentro è fuori se stesso. Sarà lo stesso Claudio, a raccontarcelo in prima persona.