Si è da poco concluso il 2^ Convegno Nazionale della Stampa Studentesca, che si è svolto nei giorni 01-03 dicembre presso la struttura della Scuola Allievi/Agenti di Polizia di Alessandria, ed intitolato, per questa edizione, “Scriviamo il futuro, prospettive per la stampa studentesca nella società di oggi : insieme per quali valori?”      L’evento, che segue a distanza di undici anni il primo, tenutosi a Roma nel 1995, ed è stato realizzato  grazie all’intesa fra Regione Piemonte,   Provincia di Alessandria e  Comune e con la collaborazione del social journal Noisiamofuturo, del Liceo Saluzzo-Plana di Alessandria e del Corpo della Polizia di Stato, ha visto la partecipazione  di più di 400 studenti provenienti dagli Istituti Superiori di 31 province italiane.    I ragazzi, coordinati dall’infaticabile regista del convegno, il prof. Ezio Balostro, si sono riuniti attorno a 16 tavoli di lavoro: al centro dei dibattiti temi di grande attualità, dall’immigrazione al futuro dei giovani all’interno della realtà europea, dal rapporto fra politica ed economia al giornalismo nei suoi aspetti più diversi.

Il  Convegno, frutto, tra l’altro, di un progetto del Comitato Interregionale della Stampa Studentesca, ha avuto il patrocinio del MIUR ed il sostegno dell’Ufficio delle Politiche Giovanili della Provincia di Alessandria.   L’apertura dei lavori si è svolta nella giornata di giovedì presso l’I.I.S. G.Galilei di Alessandria , dove i partecipanti sono stati accolti dal Dirigente Scolastico Prof. Carlo Arzani e dal suo collega Prof. Roberto Grenna, Dirigente dell’I.I.S. Saluzzo-Plana, ma la giornata che più ha scaldato questo inverno alessandrino è stata senza dubbio quella di venerdì,  allorchè, dopo i saluti delle Istituzioni, i ragazzi si sono distribuiti nelle diverse commissioni, seguiti da esperti, per discutere sulle tematiche prestabilite.   Nel corso della giornata il confronto fra i giovani giornalisti è proseguito con il “Baratto delle Cose e delle Idee” , uno spazio dedicato alla presentazione dei lavori e delle esperienze nate all’interno delle varie redazioni nei rispettivi plessi scolastici.     L’entusiasmo e la partecipazione erano tangibili:  “In qualità di Presidente della Commissione delegata a discutere della sfida ecologica – interviene Jacopo Ferrari, studente della 5^AR dell’I.I.S. Marconi – posso dire che questa è stata un’esperienza altamente formativa, ma anche educativa: abbiamo avuto modo di confrontarci ed esprimere le nostre opinioni riguardo  ad argomenti che saranno alla base del  nostro futuro; inoltre,  l’opportunità di leggere i giornalini delle altre scuole nello spazio dedicato al baratto è, a mio parere, l’aspetto più coinvolgente.  Insomma, un bilancio finale davvero positivo!”.


Nella mattinata di sabato, dopo il consuntivo delle commissioni, i lavori si sono conclusi con l’intervento di Roberto Cotroneo, Direttore della Scuola Superiore di Giornalismo della LUISS, che ci ha lasciato un messaggio forte: “Il giornalismo è, nella sua essenzialità, guardare le cose, la realtà. Grazie alle nuove tecnologie, per reperire informazioni basta un click, ma il buon giornalista sa dove cercare le informazioni e sa discernere le fonti”. Un incoraggiamento preciso, uno spunto per scrivere, davvero, il nostro futuro.

Hanaa BATTE e la redazione del MARCONEWS