Una consistente variazione di Bilancio è stata recentemente approvata dall’Amministrazione comunale di Diano Marina su proposta dell’assessore al Bilancio Luigi Basso (nella foto).

Si tratta diverse variazioni sulle entrate, ma soprattutto sulle spese dovute a recenti interventi non di poco conto fra cui la demolizione del Pontino, i lavori di ripristino della frana in via Torino verso l’Incompiuta e molti altri.


Complessivamente sono state approvate spese inizialmente non previste a Bilancio per ben 572 mila euro.

La voce più consistente riguarda 283 mila euro relativi ad interventi di mitigazione rischi idrogeologici e manutenzione straordinaria edifici scolastici  da finanziarsi mediante applicazione di avanzo di amministrazione derivante da Oneri di urbanizzazione.

Poi ci sono 88 mila euro  per lavori di abbattimento pontile ferroviario e opere viarie connesse finanziati da pari contributo erogato da Rete ferroviaria Italia, 60 mila euro per utenze acqua, luce, gas e illuminazione pubblica, 39 mila euro per spese di funzionamento della macchina comunale (spese correnti), 7 mila euro per rimborso e restituzione di tasse comunali che non è possibile più riscuotere cancellate dai crediti fuori bilancio, 6.025 euro necessari per l’organizzazione tecnica e per l’attuazione del Referendum popolare più altre spese di minore entità.

Tutte queste spese non previste inizialmente sul Bilancio comunale sono state “coperte” con una serie di entrate diverse per cui il bilancio del Comune, sempre a pareggio passa dai 24 milioni 850 mila euro a 25 milioni 322 mila euro.