Gli studenti del triennio del Liceo scienze applicate dell’Istituto Marconi, il 20 e il 21 settembre, hanno avuto l’occasione di trascorrere due giorni diversi dal consueto, all’insegna della fisica. Il primo giorno hanno fatto tappa ad Annecy, un borgo medioevale molto pittoresco  nell’Alta Savoia, conosciuto anche come la Venezia della Savoia, perché intersecata da suggestivi canali e attraversata da numerosi piccoli ponti.

Il secondo giorno si è tenuta la visita al CERN di Ginevra, l’Organizzazione Europea per la ricerca nucleare, nonchè il più grande laboratorio al mondo della fisica delle particelle. Al CERN si deve la scoperta, nel 2012, del bosone di Higgs, un tassello fondamentale nella comprensione della nascita del nostro universo e della composizione della sua materia. Tutto questo grazie all’LHC, l’acceleratore di particelle più grande e potente finora realizzato, della lunghezza di ben 27 kilometri. Guidati da ricercatori e ingegneri gli studenti hanno potuto visitare parte dei laboratori e assistere a brevi lezioni sulla fisica delle particelle e sull’astrofisica, anche in lingua inglese.


La visita alla città di Ginevra, ha concluso la gita che ha dato la possibilità di venire in contatto con una realtà nuova e diversa relativa al mondo della fisica.