Lui ha 49 anni, e si invaghisce di una bella rumena, sposata, che è maltyrtttata dal marito e per difenderla minaccia con pistola giocattolo il marito, in quale impaurito chiama i carabinieri.

Questa in sintesi, la storia accaduta nei giorni scorsi, dove a  “contendersi” una donna, un 49enne di Borghetto di Borbera ed un 52enne di Gavazzana.


In occasione dell’appuntamento che si erano dati nella tarda serata di domenica, il 49enne si è presentato armato di pistola, poi rivelatasi una scacciacani, con la quale aveva minacciato di morte di 52enne.

In effetti la donna si era già rivolta ai Carabinieri del luogo denunciando le continue villenze del marito ma il 49enne, evidentemente legato sentimentalmente alla donna, ha pensato bene di “intervenire” di persona nella diatriba familiare.

I Carabinieri di Novi, inizialmente allertati da una telefonata anonima al “112” che segnalava la presenza, nella zona, di un uomo armato, riuscivano in breve tempo a risalire all’intestatario della telefonata che, identificato, veniva immediatamente rintracciato e messo alle strette, ammetteva di aver fatto lui la telefonata, raccontandone dettagliatamente l’antefatto.

Alla luce delle indicazioni ricevute, i militari si recavano subito presso l’abitazione dell’amante, che negava però  ogni addebito. I carabinieri decidevano allora di perquisire l’abitazione e, nascosta sotto una pedana di legno all’interno del garage, rinvenivano l’arma descritta dal denunciante che, ancorché risultata a salve, priva di tappo rosso aveva sembianze identiche a quelle di un’arma comune da sparo che avevano terrorizzato il 52enne.

Per il 49enne scattava così la denuncia in stato di libertà per il reato di minaccia aggravata.