Due scosse di terremoto al largo della costa dianese a 18 minuti l’uno dall’altra si sono verificate sabato sera poco prima di mezzanotte e sono state anche avvertite da alcuni abitanti del Golfo e della provincia di Imperia.

Per fortuna, però, nessun danno e nessuna chiamata di emergenza è giunta al Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Imperia. Se lo avete sentito potete inviarci le vostre testiminonianze con un messaggio su Facebook oppure via email a redazione@oggicronaca.it


Le scosse sono state registrate dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia INGV) di Roma nella costa Ligure centro occidentale la prima alle 23,19 ad una profondità di 12  Km ed è stata di magnitudo 2.3, la seconda alle 23,37  ma ad una profondità di 24 Km ed è stata di magnitudo 3.1.

Le scosse si sono verificate con epicentro i mare più o meno nello stesso punto, che da una prima analisi sembra vicino a quello del 1887 che causò gravi danni a Diano Marina, tuttavia secondo alcuni esperti queste scosse fanno parte della normale attività sismica che ha luogo sotto il fondale marino davanti alla costa ligure, lungo un sistema di faglie in parte parallele ed in parte perpendicolari alla costa.

Città più vicine con almeno 50000 abitanti

Il terremoto è stato localizzato
46 Km a E di Sanremo (54137 abitanti)
58 Km a S di Savona (60661 abitanti)
82 Km a SW di Genova (586180 abitanti)
92 Km a SE di Cuneo (55013 abitanti)
I DATI DELL’ INGV 

 

Un terremoto di magnitudo ML 2.3 è avvenuto nella provincia/zona Costa Ligure centro occidentale (Savona) il

  • 08-10-2016 21:19:21 (UTC) 11 ore, 4 minuti fa
  • 08-10-2016 23:19:21 (UTC +02:00) ora italiana

con coordinate geografiche (lat, lon) 43.82, 8.34 ad una profondità di 12 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

 

 

Un terremoto di magnitudo ML 3.1 è avvenuto nella provincia/zona Costa Ligure centro occidentale (Savona) il

  • 08-10-2016 21:37:19 (UTC) 11 ore, 42 minuti fa
  • 08-10-2016 23:37:19 (UTC +02:00) ora italiana

con coordinate geografiche (lat, lon) 43.8, 8.35 ad una profondità di 24 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.