I Carabinieri della Stazione di Solero hanno denunciato per porto di oggetti atti a offendere un cittadino italiano di 50 anni residente in provincia.

La pattuglia, nella mattinata del 4 ottobre, lungo la SP 10 nei pressi della zona industriale del paese, procedeva al controllo dell’auto condotta dall’uomo.


Il cinquantenne, visibilmente nervoso e incapace di giustificare la propria presenza sul posto, veniva sottoposto a perquisizione, estesa anche al veicolo.

L’intuito dei militari consentiva di individuare, nello spazio tra i due sedili anteriori e pronta all’uso, una mazza da baseball in metallo della lunghezza di ottantacinque centimetri, di cui l’uomo non sapeva motivare il possesso.

La mazza veniva pertanto sequestrata e l’uomo denunciato all’Autorità Giudiziaria per il porto abusivo di oggetti atti a offendere.

 

I Carabinieri della Stazione di Solero hanno sanzionato amministrativamente per guida in stato di ebbrezza un pluripregiudicato tunisino di 39 anni, residente in provincia di Asti.

Nella serata del 3 ottobre, lungo la SP 10 all’altezza di Solero, nel corso di servizi preventivi, la locale pattuglia fermava l’auto condotta e di proprietà dell’uomo e ne sospettava immediatamente lo stato di ebbrezza alcoolica a causa dell’anomala condotta di guida e dell’odore di alcool presente nell’abitacolo.

Sottoposto al test dell’etilometro, il tunisino evidenziava un valore di molto superiore al limite consentito dalla legge.

L’uomo veniva sanzionato amministrativamente per guida in stato di ebbrezza, la sua patente di guida veniva immediatamente ritirata e l’auto affidata a una persona in grado di guidare.

 

 

Nel tardo pomeriggio del 5 ottobre, in Bergamasco, i Carabinieri della Stazione di Oviglio hanno denunciato, sempre per guida in stato di ebbrezza, un pregiudicato italiano di 39 anni, residente in provincia.

La pattuglia, fermata l’auto da lui condotta e di sua proprietà, accertava, a seguito di sottoposizione al test dell’etilometro, che l’uomo si trovava in forte stato di alterazione da sostanze alcooliche, evidenziando un valore di alcolemico di quasi sei volte superiore al limite consentito dalla legge.

Il conducente veniva pertanto denunciato all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza, la sua patente di guida immediatamente ritirata e l’auto sequestrata ai fini della confisca.