Nel pomeriggio di sabato 17 settembre il magnifico salone dell’antichissimo  Castello di Borgo Adorno, a Cantalupo Ligure, abituale teatro di eventi culturali di rilievo e di  attività scientifiche e didattiche, ha fatto da sfondo suggestivo alla presentazione del libro “I miei Paesi” di Mauro Bracco, Eupalino editore, Milano

Attraverso una narrazione fluida, intessuta di dati reali come di poesia, l’autore accompagna i lettori alla scoperta dei “riti” della vita quotidiana nei paesini delle Valli Borbera, Scrivia e Curone, piccole comunità ricche di storia e di tradizioni, destinate altrimenti all’oblio a causa del progressivo impoverimento demografico e del cambiamento radicale degli stili di vita.    Un viaggio virtuale in un passato cronologicamente neppure troppo lontano, ma diversissimo dal presente, venato di nostalgia, ma anche di arguzia ed affascinanti curiosità iconografiche e reso ancora più diretto dalle voci di due giovani “interpreti”: Veronica Maftei e Jacopo Ferrari, studenti della 5^AR Amministrazione, Finanza e Marketing dell’I.I.S. Marconi di Tortona, che hanno letto, alla presenza di un foltissimo pubblico, alcuni brani del libro : “Musicanti e Pifferai”, “Il pranzo di nozze”, “Una partita a morra all’Osteria”, “I Mulattieri e le vie del Sale” e “Un giorno sfortunato”.


L’ideale incontro tra il presente, rappresentato dai ragazzi, ed il passato, con tutti i suoi insegnamenti e la vibrante bellezza delle cose semplici, è stato introdotto dal Marchese Prof. Antoniotto Guidobono Cavalchini, squisito “padrone di casa”, e si è inserito nella intensa e coinvolgente presentazione della relatrice, Prof.ssa Maria Luisa Ricotti, docente, ricercatrice e studiosa di storia locale, cui sono seguiti gli interventi del Consigliere della Società Storica Pro Julia Derthona e del Centro di Cultura popolare di Gremiasco, Prof.ssa Maria Grazia Milani, dell’editore Francesco Vecchi e dello stesso Mauro Bracco,  anche lui ricercatore e profondo conoscitore dello “spirito” del territorio e della storia locale.

Il libro, di piacevolissima lettura, offre al pubblico un’occasione imperdibile: quella di riscoprire il passato dedicando un pensiero concreto al bene ed alla ricerca scientifica. Il ricavato della vendita del volume sarà infatti interamente devoluto all’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma Onlus, sez. di Alessandria.