Solo due giorni di esposizione in concomitanza con la festa del paese, ma se a san Sebastiano Curone sono arrivate molte persone un pezzo del successo si deve anche alla presenza di Fabrizio Falchetto, artista tortonese molto conosciuto, pittore e scrittore, ma soprattutto creatore di opere inconfondibili che trasmettono un messaggio positivo a chi le vede e che per due giorni ha presentato le sue ultime creazioni.

falch

Un momento della mostra

Alla rassegna hanno partecipato molte persone che hanno apprezzato le opere esposte. Persone che hanno capito l’arte di Falchetto e ne hanno voluto saperne di più chiedendo lumi e delucidazioni.


“Mi hanno chiesto come realizzavo i miei quadri – di ce l’autore – così ho spiegato loro la mia tecnica e la mia capacità di prendere particolari urbani,  in particolar modo graffiti,  che spesso deturpano e, fotografandoli,  togliendoli, così, dal loro contesto originario e rielaborandoli con il mio stile, riuscivano a prendere la dignità di un’opera d’arte.”

Un ruolo importante nella manifestazioni lo ha avuto anche la moglie di Falchetto, la professoressa Giovanna Franzin che ha illustrato ai numerosi presenti  il discorso critico dell’opera del marito mettendo l’accento sulla fusione delle varie arti all’interno dei quadri dove convivono spesso pittura, scultura, poesia e fotografia.