Il Consiglio provinciale di Imperia ha approvato l’adozione del Piano di dimensionamento della rete scolastica e di programmazione dell’offerta formativa nelle scuole secondarie di secondo grado. Le novità riguardano il capoluogo: dall’anno scolastico 2017-2018 il percorso formativo dell’Itt (Istituto tecnico turistico) confluirà nell’Istituto Ruffini (Ragioneria e Geometri). L’Itt, giuridicamente, non farà quindi piu’ parte del Polo tecnologico che sarà sempre composto da Istituto Nautico, Itis e Ipsc. E a proposito dell’Ipsc, le cui classi hanno abbandonato l’edificio in piazza Ulisse Calvi per trovare posto al Polo universitario in via Nizza – un cambiamento logistico coordinato dalla Provincia che è stato apprezzato dagli alunni e dai docenti –  occorre sottolineare come dal prossimo anno scolastico sia previsto un ampliamento dell’offerta formativa, che ingloberà anche l’indirizzo “Servizi socio-sanitari”. Un’altra novita’ prevista dal Piano è quella dell’accorpamento giuridico del Liceo Artistico al Liceo linguistico e delle scienze umane “Amoretti”.

Il Presidente della Provincia Fabio Natta commenta: <Il Piano è il frutto di un lavoro complesso che ha preso in considerazione le richieste delle autorità scolastiche basate principalmente sull’offerta formativa e sulla consistenza numerica degli studenti.  Anche le esigenze logistiche hanno avuto la loro parte: non si puo’ prescindere dagli spazi a disposizione negli edifici scolastici, ed a questo proposito vorrei sottolineare con soddisfazione il successo che sta avendo sia lo spostamento delle classi dell’Itt da piazza Ulisse Calvi allo stabile che ospita l’Istituto Ruffini sia lo spostamento delle classi dell’Ipsc da piazza Ulisse Calvi al Polo universitario. Non bisogna inoltre dimenticare come la scelta di accorpare l’Itt al “Ruffini” sia stata dettata da un’omogeneità dell’offerta formativa dei due istituti, e precisamente dell’Itt e della sezione di Ragioneria del “Ruffini”>.


Nella riunione consiliare odierna l’Amministrazione provinciale ha anche preso decisioni importanti riguardo alcuni regolamenti, approvate tutte all’unanimità. In particolare, per l’utilizzo dell’Oliveto sperimentale a Imperia in località Garbella, sono stati indirizzi ben precisi per modificare il regolamento attuale, considerato troppo limitante in alcuni suoi aspetti. Il presidente Fabio Natta, al proposito, dice: <Il nuovo regolamento mira non solo alla valorizzazione del patrimonio naturalistico della zona, ma anche ad aprire alla comunità e alle istituzioni un’area che si presta particolarmente alle attività delle associazioni di volontariato e a quelle che si prodigano a promuovere le peculiarità del nostro territorio>. Un altro regolamento oggetto di modifiche è stato quello per il rilascio di autorizzazioni e di concessioni per l’occupazione di spazi e aree pubbliche. <Le novità semplificano parecchio l’iter burocratico e i costi a carico degli utenti, con un risparmio medio a pratica pari a 160 euro, e con uno snellimento procedurale che agevola sia gli utenti sia gli uffici>, commenta ancora il Presidente Fabio Natta.

Durante la riunione sono stati adottati con voto favorevole all’unanimità i Piani di gestione dei Siti di interesse comunitario (Sic) del Monte Abellio, del fiume Roia e del Monte Grammondo-Torrente Bevera, inoltre è stata respinta con otto voti contrari e due favorevoli la mozione del Comune di Taggia sull’impianto di trattamento dei rifiuti in località Colli, con cui si chiede alla Provincia di non dichiarare di pubblico interesse la proposta di project financing presentata dall’Idroedil srl e di predisporre e di promuovere un nuovo progetto a gestione pubblica.