L’ex sindaco Angelo Basso, stuzzica l’attuale sindaco Giacomo Chiappori chiedendo di ricordare quando l’alpino dianese Giorgio Langella morto a Kabul, in Afghanistan vittima di un feroce attentato terroristico proprio dieci anni fa.

Il dianese era a bordo di un’autoblindo in servizio di ricognizione quando una bomba distrusse il mezzo e lui morì per effetto della deflagrazione.


Dopo il matrimonio Langella si era trasferito a Cuneo dove proprio di recente per ricordare il decennale della scomparsa dell’alpino dianese è stata organizzata una manifestazione in suo ricordo.

Basso ha stuzzicato Chiappori accusando la Giunta di Diano di immobilismo ma il primo cittadino di Diano si è risentito: “Mi spiace – ha detto Chiappori – ma nessuno ci ha informato che c’era questa manifestazione perché avremmo inviato una corona o meglio ancora gli avremmo portata. Langella è di Diano Marina e lo abbiamo onorato con un grande monumento che ci è costato 18 mila euro.”