I Carabinieri della Stazione della Stazione di San Salvatore Monferrato hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un cittadino italiano di 17 anni, con precedenti di polizia, residente in provincia di Torino, e segnalato alla Prefettura quale assuntore un cittadino albanese di 19 anni, residente anche lui in provincia di Torino.

I militari della Stazione nel pomeriggio dell’8 agosto effettuavano un posto di controllo lungo la SP 31 nel comune di San Salvatore e alle 15.00 circa procedevano al controllo di un’auto condotta dal 19enne, con a bordo il 17enne. I due sembravano subito molto nervosi e i militari, visto che la loro presenza sul posto non era giustificata in alcun modo, procedevano alla loro perquisizione personale estesa anche al veicolo.


Nel marsupio del minore venivano rinvenuti sei involucri di cellophane termosaldati contenenti amfetamina pura per complessivi 2,7 grammi circa, mentre il 19enne consegnava spontaneamente un pezzo di hashish di 8,2 grammi circa che deteneva nel vano portaoggetti della portiera dell’auto.

Tutto lo stupefacente veniva sequestrato e il minore veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria Minorile per detenzione ai fini di spaccio, mentre il maggiorenne veniva segnalato alla Prefettura quale assuntore. Nei confronti del maggiorenne, che conduceva l’auto del padre e aveva nella sua disponibilità lo stupefacente, i militari procedevano all’immediato ritiro della patente di guida come previsto dal testo unico delle leggi in materia di stupefacenti. Il minore invece, al termine della redazione degli atti, veniva consegnato ai genitori, giunti a prenderlo dalla provincia di Torino, i quali avranno l’obbligo di vigilare sulla condotta del figlio.