Pubblichiamo di seguito un’interrogazione del consigliere comunale di Nuova Tortona, Fabio Morreale, rivolta al sindaco Gianluca Bardone. Morreale è  preoccupato per la grave situazione che si sta verificato in città che riguarda i dipendenti dell’aipa e dei servizi resi sul territorio.

Ecco il testo:


***********************

 

Il sottoscritto Consigliere comunale del Gruppo Consiliare della Lista Civica Nuova Tortona, intende proporre al Consiglio comunale l’interrogazione  secondo quanto di seguito specificato.
Premesso che:

 

  • Il servizio della gestione dell’affidamento in oggetto indicato è stato esternalizzato nell’anno 2011 per la durata di anni 9 (nove) alla Soc. AIPA s.p.a. avente sede in Milano.
  • Agli inizi dell’anno 2015, la AIPA s.p.a. cedeva il ramo d’azienda sopra citato, per soli 4 mesi, alla società KGS con sede in Pesaro, che parrebbe non aver avuto i requisiti di legge per essere affidataria del servizio.

 

Considerato che:

 

Successivamente in data 01.06.2015 la Giunta Comunale ha preso atto della cessione del ramo d’azienda da AIPA SPA alla società MAZAL GLOBAL SOLUTIONS SRL.

Quest’ultima società è subentrata nell’affidamento in concessione del servizio di gestione, accertamento, liquidazione e riscossione ordinaria, straordinaria e coattiva dell’Imposta Comunale sugli Immobili (ICI), dell’Imposta Municipale Unica (IMU), della Tariffa di Igiene Ambientale (TIA), del Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi (TARES), della Tassa sui Rifiuti (TARI), dei Diritti sulle Pubbliche Affissioni (DPA) compresa la materiale affissione dei manifesti e gestione dei parcheggi a pagamento e riscossione delle relative entrate.

 

Ritenuto che:

 

Nonostante l’importanza e la gravità che ha assunto questa situazione, l’Amministrazione comunale non ha mai portato a conoscenza di questo Consiglio Comunale quanto accaduto, quando la stessa ha l’obbligo contrattuale di vigilare sull’operato della ditta affidataria del servizio.

 

Visto che:

 

  • alla luce delle gravi vicissitudini giudiziarie legate alla Società affidataria del servizio, l’Amministrazione comunale, per tutelare l’interesse pubblico, avrebbe dovuto vagliare l’ipotesi dell’immediata e prevista risoluzione del contratto;
  • gravi sono i disagi per i dipendenti, in termini di ritardato pagamento degli emolumenti, al punto tale che gli stessi sono stati costretti a fare azione legale con ingiunzione di pagamento allo stesso Comune di Tortona;
  • persistono gravi problemi di manutenzione del servizio parcheggi, soprattutto per quanto riguarda il parcheggio sotterraneo della Caserma Passalacqua all’interno del quale non funzionano l’ascensore ed i bagni; persistono infiltrazioni d’acqua, creando problemi di sicurezza pubblica della struttura; risultano fuori servizio numerosi parcometri (zona Loreto, corso Montebello, via Marsala, via Milazzo e piazzetta Pro Iulia Dertona);
  • la società affidataria del servizio dallo scorso mese di gennaio non ha più messo in vendita i “voucher” di parcheggio per i rivenditori autorizzati, creando un notevole disagio alla cittadinanza ed un danno economico.

 

Interrogo la S.V. affinché

In ragione di quanto sopra esposto, e visto l’importante introito derivante dalla cessione del ramo di azienda all’ Amministrazione comunale, fornisca delucidazioni in merito all’attuale “modus operandi” sulla gestione del  pubblico servizio, ed alla luce dei sopracitati fatti vengano rese note le iniziative concrete,  intraprese o da intraprendere, al fine di ottenere una legittima azione di controllo efficace che consenta per il futuro la tutela dell’interesse pubblico e degli stessi dipendenti.