I militari della Stazione Carabinieri di Santa Giuletta, nel corso del servizio di perlustrazione del territorio, traevano in arresto in flagranza di reato i giovani R. E., classe 1993, nato a Broni (PV) e residente a Pietra Dé Giorgi, celibe, commerciante, incensurato, e F. L., classe 1993, nato a Broni (PV) e residente a Santa Giuletta (PV), celibe, disoccupato, incensurato, giacche resisi responsabili, in concorso tra loro, del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo marijuana e hashish. Nell’occorso, il personale operante, mentre perlustrava il centro abitato di Pietra Dé Giorgi, sorprendeva i due citati soggetti in compagnia di altri due giovani, provenienti dai Comuni di Rivanazzano Terme e Corvino San Quirico (PV), ai quali avevano appena ceduto alcune dosi di marijuana, per complessivi grammi 11 circa, in cambio di una banconota da 50 euro in contanti. Nel corso della contestuale perquisizione personale e veicolare, i due spacciatori venivano trovati anche in possesso di ulteriori dosi di analoga sostanza, per complessivi grammi 64, ben occultate all’interno dell’autovettura da loro utilizzata.

Durante le successive perquisizioni domiciliari, effettuate con il supporto dell’Aliquota Radiomobile Carabinieri di Stradella, nell’abitazione di R.E., si rinvenivano ulteriori grammi 110 circa di marijuana, grammi 7 circa di hashish e la somma in contante pari a euro 1690,00, provento dell’attività di spaccio; mentre a casa di F.L., si rinvenivano altri grammi 17 circa di marijuana. In entrambi i luoghi, inoltre, si recuperavano alcuni bilancini elettronici di precisione, nonché diversa attrezzatura/materiale per la suddivisione e il confezionamento dello stupefacente. Quanto rinvenuto e recuperato è stato sottoposto a sequestro penale. Il denaro sarà depositato in un libretto postale infruttifero in attesa della confisca, mentre lo stupefacente sarà debitamente custodito in attesa della successiva distruzione.


I due giovani acquirenti saranno segnalati alla Prefettura di Pavia quali assuntori/consumatori di stupefacenti. Inoltre, ad uno dei due è stata già ritirata la patente di guida per aver condotto la propria autovettura dopo aver fatto uso di stupefacenti.

I due arrestati, su disposizione della Procura della Repubblica di Pavia, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa dell’udienza di convalida innanzi a quel Tribunale, prevista per la mattinata odierna.