Ha prodotto un primo risultato positivo la conferenza stampa convocata recentemente per illustrare le novità del Decreto Ilva, alla quale hanno partecipato l’Onorevole Cristina Bargero ed i rappresentanti sindacali dello stabilimento di Novi Ligure.

Su sollecitazione dell’On. Bargero e del Sindaco Rocchino Muliere, i Commissari del gruppo siderurgico hanno comunicato che ammontano in totale a 18,3 milioni di euro le risorse economiche previste per lo stabilimento novese nel 2016 in termini di manutenzione ordinaria, straordinaria e ammodernamento degli impianti.


Per quanto riguarda lo svolgimento di attività di manutenzione ordinaria e straordinaria, sono stati stanziati 8,5 milioni di euro, di cui 3,4 già contabilizzati a giugno 2016 e 5,1 per il secondo semestre. Il 30% dell’importo totale – spiega l’azienda – è assorbito dalla sola fermata di agosto che avrà una durata di due settimane.

Sul fronte degli investimenti il budget è di 9,8 milioni di euro. Tra le opere principali, spiccano le migliorie degli impianti antincendio, gli interventi sulla rete ferroviaria di stabilimento, l’ampliamento della discarica fanghi e l’implementazione degli standard di sicurezza. Altri interventi riguardano la sostituzione di un carriponte, la bonifica e lo smaltimento di manufatti in amianto, la sostituzione del camino e del tetto rigenerazioni, la manutenzione straordinaria dei capannoni, migliorie del depuratore per le acque di scarico, la sostituzione del quadro media tensione del decapaggio e la manutenzione straordinaria dei compressori di stabilimento. Infine, sono previsti ammodernamenti elettrici e l’automazione del treno di laminazione e della ricottura continua, nonché l’ammodernamento della sottostazione elettrica di stabilimento.