Ulteriori importanti risultati nell’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti da parte dei Carabinieri della Compagnia di Alessandria con due operazioni.

Nel particolare, i Carabinieri della Stazione Alessandria Cristo, particolarmente attivi nella lotta agli stupefacenti, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale I.H, di 18 anni, con precedenti di polizia. I militari della Stazione Cristo, nel corso di un servizio organizzato per contrastare il traffico di droga in città, attenzionavano la zona del Dopo Lavoro Ferroviario e precisamente il versante che si rivolge verso i binari e la stazione ferroviaria, in passato più volte luogo di smercio di stupefacenti. Per tale motivo predisponevano, per il pomeriggio del 14 giugno, uno specifico servizio in borghese. E le conferme ai loro sospetti arrivavano intorno alle 20.00 quando i militari notavano arrivare sul posto in bicicletta un nordafricano e guardarsi intorno per controllare la zona. Il giovane scavalcava una recinzione e si avvicinava alla parte retrostante della gradinata del campo di bocce, accovacciandosi. Da un buco presente sul muro tirava fuori due involucri, uno più grosso e uno più piccolo, ma gli veniva intimato l’alt dai militari. Il giovane scappava a piedi lungo la massicciata della ferrovia gettando i due involucri tra le sterpaglie, ma veniva poco dopo raggiunto da un militare con il quale ingaggiava un corpo a corpo venendo però bloccato e immobilizzato con le manette. Sottoposto a perquisizione personale venivano rinvenuti 310 euro in banconote di vario taglio, ritenuti provento di attività illecita, e un foglio con un elenco di potenziali acquirenti. Una volta recuperati i due involucri di cellophane, si accertava che uno conteneva 100 grammi di hashish, mentre l’altro conteneva 7,8 grammi di cocaina. La droga e i soldi venivano sequestrati e il giovane veniva arrestato e successivamente accompagnato al carcere Cantiello e Gaeta in attesa della convalida dell’atto.


La seconda operazione antidroga vedeva impegnati i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria che hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio due cittadini italiani, un uomo di 40 anni e una donna di 32 anni, il primo pluripregiudicato anche per reati specifici. La gazzella, verso le 20.00 del 15 giugno transitava in via Gandolfi all’angolo con via Bensi notando un’auto ferma con i due a bordo e un’altra persona, anch’essa nota per i suoi trascorsi giudiziari, che parlava con loro appoggiata al finestrino. Fermati e controllati, l’uomo a piedi non aveva niente, mentre i due nella tasca portaoggetti dell’auto avevano un cofanetto in metallo contenente 10 dosi per 5,75 grammi di eroina complessivi. Nella borsa della donna veniva invece rinvenuto un bilancino di precisione. Nel corso delle perquisizioni delle loro abitazioni, in quella dell’uomo venivano trovati 3,5 grammi circa di hashish e in quella della donna un altro bilancino di precisione. La droga, i bilancini e il materiale da confezionamento venivano sequestrati e i due venivano denunciati all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio.