Sabato 25 giugno presso la Scuola Materna “Sacro Cuore” don Orione di Tortona si è svolta l’annuale festa di fine anno. È un momento di condivisione e di ringraziamento reciproco per quanto durante l’anno viene fatto nelle varie attività didattiche, spirituali e tanto altro ancora. La direttrice Marta Cassano insieme alle insegnanti, a un nutrito gruppo di genitori e volontari hanno unito le loro forze per rendere questa giornata “una vera festa per i bambini e le loro famiglie“.

Il primo momento è stato intorno alla mensa della parola e del pane nel giardino dell’asilo con la Santa Messa presieduta da Don Pietro Sacchi, sacerdote orionino, animatore vocazionale che ormai è parte integrante di questa famiglia della scuola essendo un giovane prete che già si dedica nella sua missione con i ragazzi e li sa condurre ed aiutare in riflessioni mirate in base alle loro capacità intellettuali malgrado siano in giovane di età. Nella riflessione ha voluto, parlando direttamente ai bambini, spiegare loro significato di quanto sia importante nella vita non fermarsi con i piedi per terra ma cercare di alzare le ali, “volare alto” per raggiungere traguardi importanti e rivolgendosi ai genitori ha specificato il loro compito di essere educatori dei loro figli nella vita, non fermarsi alla superficialità ed alle cose che oggi il mondo attacca, vedere quella purezza che il Cristo ha concesso lo sguardo limpido che vede Dio. Successivamente la serata è proseguita con un bel momento di fraternità, dopo alcuni giochi di animazione per i bambini ci si è seduti tutti insieme intorno al tavolo per gustare una buona grigliata e soprattutto con il raggiunto scopo di gustare e tessere sempre di più delle vere relazioni tra i genitori, i ragazzi e tutta la scuola con i loro insegnanti ed educatori. La festa è stata allietata dalla musica del gruppo dei “Beethoven” che in modo volontario hanno donato e regalato allegria con la loro musica. È il mese del Sacro Cuore, mese in cui dobbiamo guardare a quel Gesù che ha donato nei simboli del sangue e acqua la fonte della nostra salvezza. Chiediamo a Lui la docilità e l’impegno di attingere con gioia a questa sorgente di salvezza.


Fabio Mogni

festa 1