I carabinieri del Nucleo Radiomobile e della Stazione di Tortona hanno denunciato alla Procura della repubblica di Alessandria un uomo G.M. di 41 anni e la donna convivente M.C, entrambi residenti residente a Noto in  provincia di Siracusa,  già  noti alle Forze dell’Ordine, con decine di precedenti penali per reati contro il patrimonio.
Sabato mattina, a Tortona, hanno tentato due truffe ai danni di altrettanti conducenti di autovetture, attuando la cosiddetta “truffa dello specchietto”.

I due, a bordo della loro Alfa 146 grigia, verso le 11,00, sulla Statale 10 per Voghera,


I due, a bordo della loro Alfa 146 grigia, verso le 11,00, sulla SS 10 per Voghera, si facevano sorpassare da   B.M., un 33enne di Tortona, al quale, senza farsi notare, tiravano un piccolo sasso contro la carrozzeria della sua Fiat Panda. Subito i due, lampeggiando e suonando all’impazzata, iniziavano a seguire l’uomo che, impaurito, chiamava soccorsi al “112”. Le autopattuglie erano fortunatamente vicine e pochi secondi e le due vetture venivano intercettate. Ne nasceva un breve inseguimento che costringeva la 146 ad accostare. Nel mentre giungeva un’altra telefonata di una donna tortonese che, un’ora prima, a bordo della sua Toyota Yaris, aveva patito lo stesso “incidente” con quella stessa macchina. La donna, però, capendo il raggiro e non fidandosi, non si era fermata.   I carabinieri hanno sequestrato l’Alfa 146 dove, sotto il tappetino lato passeggero, hanno trovato un paio di sassi. Dovranno rispondere al Giudice di danneggiamento e truffa continuata. I carabinieri di Binasco (MI), Aprilia (LT) e Castel Goffredo (MN) li stavano cercando da tempo per altrettante truffe perpetrate in quelle zone.

Carabinieri di Tortona