Una serata dedicata alla letteratura, la musica e il balletto, nel giardino di Palazzo Arborio di Gattinara, a Terruggia (AL), domenica 12 giugno a partire dalle 17. L’evento, organizzato dall’Associazione TerruggiaLiberaMente, ruota attorno alla presentazione del romanzo storico “La fragilità della farfalla” (Parallelo45 Edizioni) di Maura Maffei e Rónán Ú. Ó Lorcáin. La lettura dialogata di alcuni passi del romanzo sarà accompagnata dall’esecuzione di alcuni brani tipici irlandesi da parte dell’Opera dei Ragazzi di Erika Petrucco e dai balletti della scuola di danza Arabesque di Nadia Pisano. Dialogheranno con l’autrice, Maura Maffei, il presidente dell’Associazione TerruggiaLiberaMente, Luigina Genovese, e l’editore Fabrizio Filios.

Primo capitolo della trilogia “Dietro la tenda”, interamente ambientata nella splendida regione irlandese del Connemara, “La fragilità della farfalla” racconta le vicende di due famiglie irlandesi di nobili e antiche origini, in un periodo storico molto difficile per il Paese: il XVIII secolo, con la dominazione inglese e le terribili Leggi Penali, attraverso le quali gli inglesi impedivano agli irlandesi qualsiasi iniziativa economica, sociale e persino religiosa.


In questo clima di terrore, un gruppo di esuli, vissuti a lungo in Austria, torna nel Connemara con un ambizioso progetto di vendetta: professare liberamente e diffondere la religione cattolica in Irlanda. Quegli uomini, all’apparenza falegnami, sono in realtà sacerdoti e soldati pronti a tutto pur di contrastare il dominio inglese. Ma i loro piani rischiano di essere travolti dalla nascita di un sentimento d’amore tra il capitano Bran e la bella Labhaoise, figlia del suo più acerrimo nemico.

La trilogia, nata da cinque anni di intensi studi e ricerche, è arricchita dalla commistione di linguaggi, italiano e gaelico irlandese, che caratterizza i dialoghi.

Maura Maffei vive a Casale Monferrato (AL) dove è erborista, soprano lirico e presidente diocesano di Azione Cattolica. Come scrittrice, ha vinto nel 2015 il primo premio al Concorso Letterario Internazionale “San Domenichino – Città di Massa”.

Rónán Ú. Ó Lorcáin, irlandese vissuto a lungo in Italia, è musicista, tecnologo e linguista. Negli ultimi anni si è dedicato alla redazione di una grammatica italiano-irlandese.

Ingresso libero. Seguirà un piccolo buffet.