Appuntamento con la grande musica da non perdere quello di SABATO 4 GIUGNO   alle ore 21.00 presso pieve romanica di Volpedo organizzato dall’Associazione Polizza con il patrocinio della locale amministrazione.

Si terrà il concerto dell’ensemble DODECACELLOS, particolarissima formazione che si avvale di soli violoncelli come strumenti . Siederà al pianoforte l’ideatore e creatore dei Dodecacellos, il maestro Andrea Albertini. Questa formazione è di recente costituzione (aprile 2010, debutto in grande stile con l’attore Ugo Pagliai), ma in così poco tempo si è già fatta largo spazio nel panorama musicale italiano collaborando tra l’altro con altri attori di chiara fama come Giuseppe Pambieri, Paola Gassman, con i ballerini Marco Pierin e Patrizia Campassi….Recente è   la presentazione ufficiale in Conservatorio in Alessandria del primo cd del gruppo , con musiche tutte dedicate alla settima arte (musica filmica insomma). Recentemente il gruppo creato dal maestro Albertini sta letteralmente prendendo il volo: nel prestigioso festival di Cervo Ligure, ha vinto il premio come miglior gruppo e grazie a questo si è esibito al padiglione Italia lo scorso 18 settembre . Giovedì 24 il gruppo è stato protagonista di riprese Rai 3 , come eccellenza strumentale italiana che verrà presentata all’interno del programma ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO condotto da Licia Colò. Solista del concerto del 27 settembre sarà Arianna Menesini, che il grande pubblico conosce come violoncellista solista dei mitici Rondò Veneziano. Sarà un viaggio emozionale coinvolgente, un percorso nell’affascinante mondo del violoncello, l’unico strumento in orchestra in grado esso stesso di formare un’orchestra. Il violoncello sa infatti produrre suoni anche molto acuti in grado quindi di soddisfare le parti melodiche solitamente realizzate da strumenti come violini, flauti, clarinetti….Produce suoni di media altezza , per realizzare le parti armoniche (come le viole o i corni), ed è in grado di produrre suoni molto gravi come i contrabbassi o i fagotti.


Il repertorio per ensemble di celli è esclusivo della musica del 900 (Villa-Lobos è tra i primi ad aver scritto per questa formazione) quindi ciò che ascolteremo sabato sera sarà un percorso cronologico basato sull’affascinante mondo delle trascrizioni. Si partirà da Vivaldi, per passare al grande Bach, giungere al classicismo di Mozart ed al romanticismo di Saint-Saens…..la parte finale del concerto sarà dedicata al novecento con l’esecuzione di autori come Piazzolla , Shostacovich , Nino Rota ed Ennio Morricone (estratti dal cd Dodecacellos) . Vietato mancare per la bellezza del programma proposto e per la suggestione del luogo, uno dei più riusciti esempidi arte romanica della nostra provincia.