Puntuale dopo il nostro articolo che leggete in apertura di giornale é arrivata la risposta dell’assessore Davide Fara


«La signora è molto sensibile alle tematiche animaliste – dice l’assessore Davide Fara – e riceviamo molta corrispondenza da lei. A volte rispondiamo tempestivamente, a volte meno. Con riferimento al problema sollevato, non è così immediata la soluzione da lei prospettata. I pasti delle mense sono prenotati in modo telematico (attraverso la Family Card, ndr), quindi non c’è un grosso scarto tra il pasto prenotato e quello consumato.

La differenza viene data alle persone meno abbienti, ad esempio quelle che frequentano il Centro Anziani. Restano i pasti parzialmente consumati, ma bisogna valutare se dal punto di vista sanitario si possono somministrare ai cani senza comprometterne la dieta alimentare».