1. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria hanno denunciato per ricettazione di una bicicletta e resistenza a pubblico ufficiale un cittadino italiano di 29 anni, pluripregiudicato per fatti analoghi e sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Alle 11.30 del 4 maggio la pattuglia interveniva in via Casal Cermelli perché un uomo aveva trovato sul posto legata a un palo la sua bicicletta, rubatagli quindici giorni prima. Quando i militari giungevano sul posto immediatamente notavano a pochi metri di distanza dalla bici e seduto su un muretto proprio il 29enne, ben conosciuto perché specialista nei furti di biciclette e anche recentemente arrestato per lo stesso motivo. I militari si avvicinavano all’uomo avendo intuito che potesse essere coinvolto nel fatto e in tale circostanza il 29enne gettava un oggetto dietro il muretto che, una volta recuperato, è risultato essere il contachilometri che la bicicletta aveva al momento del furto. Il giovane veniva quindi perquisito, ma opponeva resistenza nei confronti dei militari spintonandoli e minacciandoli per non farsi accompagnare in caserma, venendo comunque  bloccato senza che potesse fare ad alcuno. La bicicletta e il contachilometri venivano restituiti al proprietario, mentre il 29enne veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.
  2. I militari dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria hanno denunciato per tentato furto un cittadino italiano di 46 anni, pluripregiudicato, e una cittadina rumena di 18 anni, entrambi domiciliati a Torino. I militari intervenivano poco dopo le 12.00 del 4 aprile presso il negozio “Scarpe e Scarpe” di via Giordano Bruno in quanto le addette alle vendite avevano richiesto l’intervento perché una coppia aveva oltrepassato la barriera casse senza pagare un paio di scarpe e si era poi data alla fuga lasciando sul posto la refurtiva. I due si erano allontanati a bordo di un veicolo del quale le commesse avevano fornito al 112 modello, targa e colore, il quale veniva intercettato dalla gazzella nei pressi del Bennet mentre tentava di allontanarsi dalla città. Una volta fermata l’auto, venivano identificati i due occupanti e i militari successivamente accertavano che i due poco prima erano entrati nel negozio di scarpe aggirandosi tra le corsie per qualche minuto. Nel momento in cui uscivano dal negozio, mentre superavano la barriera, scattava l’allarme antitaccheggio e la donna tirava fuori da sotto la giacca un paio di scarpe, del valore di 65 euro, che lasciava sul posto, dandosi poi alla fuga con l’amico finché venivano intercettati dalla pattuglia del Radiomobile. Venivano quindi accompagnati in caserma e denunciati all’Autorità Giudiziaria per tentato furto.
  1. I Carabinieri della Stazione di Solero hanno denunciato per violazione delle norme sull’immigrazione e false attestazioni sulla propria identità personale un cittadino marocchino di 28 anni, pluripregiudicato, anche segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti. L’uomo, fermato dalla pattuglia alle 19.00 del 2 maggio ad Alessandria in viale della Repubblica, era privo di qualsiasi documento di identità, risultando clandestino sul territorio nazionale. L’uomo forniva solo verbalmente le sue generalità e veniva quindi fotosegnalato per risalire ai suoi precedenti. In tal modo i militari scoprivano che aveva fornito un nome falso per nascondere che era già stato espulso dal territorio nazionale con un ordine di allontanamento emesso alla fine di novembre del 2015 dal Questore di Ragusa. Per tale motivo l’uomo veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per il suo stato di clandestinità, per non avere ottemperato all’ordine di espulsione e per avere fornito false generalità. Sottoposto a perquisizione veniva trovato nelle tasche e sequestrato oltre un grammo di hashish, motivo per cui veniva anche segnalato alla Prefettura quale assuntore. Sempre nel pomeriggio del 2 maggio veniva sanzionato per guida in stato di ebbrezza un cittadino italiano di 60 anni, residente in provincia. Fermato a Felizzano poco dopo le 18.00, veniva sottoposto al test dell’etilometro che evidenziava un tasso di circa 0,75. La sua patente di guida veniva ritirata e la sua auto affidata a persona in grado di guidare.
  2. I Carabinieri della Stazione di San Giuliano Vecchio hanno denunciato per violazione di sigilli e furto aggravato di gas un cittadino italiano di 58 anni, con precedenti di polizia. I militari unitamente al personale dell’Amag i giorni scorsi avevano accertato che a causa di morosità alla fine di febbraio del 2015 era stato piombato il misuratore di gas del suo alloggio, ma in realtà il gas continuava a essere utilizzato dal 58enne. Per questo motivo veniva eseguita una verifica ed è risultato che l’uomo aveva rimosso i sigilli apposti dagli addetti della società erogatrice e continuava a prelevare il gas per la sua abitazione, arrivando a utilizzare un quantitativo di oltre 1600 metri cubi per un danno complessivo di oltre 1400 euro. Per questo motivo l’uomo veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria.