A Rivalta Bormida una quindicina di  nidi di rondine posti sotto il cornicione del Palazzo Comunale sono stati abbattuti, impedendo di fatto la possibilità di nidificazione di questi animali, che come ben sappiamo sono in costante diminuzione in Europa.

L’Enpa ritiene che tali sconsiderati atti, siano ancor più gravi in questo caso perché posti in essere da una pubblica amministrazione, che invece di dare il buon esempio, provvede a fornire ai privati cittadini il via libera per fare altrettanto presso le proprie abitazioni. Fortunatamente non tutti i comuni agiscono in tale modo: molti comuni in Italia si sono dotati di regolamento tutela animali  vietando le distruzioni di nidi di rondine. Le indagini delle Guardie Zoofile proseguono per accertare se esistano eventuali responsabilità penali in merito a questa triste vicenda.


Guardie Zoofile Enpa