I presidenti delle Società di Mutuo Soccorso di Carezzano, Carbonara Scrivia, Sarezzano e Vhò hanno firmato l’atto costitutivo e lo statuto di “SOMS Insieme”, trasformando l’omonimo gruppo di lavoro, di fatto attivo già da un paio d’anni, in una Associazione no profit. Nell’idea originale, “SOMS Insieme” doveva rappresentare uno strumento privilegiato per promuovere, sviluppare ed esercitare iniziative di Mutuo Soccorso a favore e nell’interesse comune delle Società aderenti e dei loro Soci.

Il lavoro svolto fino ad oggi, incentrato soprattutto nell’organizzazione di una rete di convenzioni mirate ad offrire ai soci agevolazioni in campo sanitario e ad offrire servizi ed informazioni tramite il sito internet somsinsieme.org, pur dimostrando da un lato tutte le potenzialità della collaborazione tra piccole SOMS, dall’altro ha evidenziato i limiti dovuti ad una situazione troppo fluida e non formalmente organizzata. Il passaggio ad una forma associativa più concreta, dunque, si è resa necessaria soprattutto per ottimizzare la creazione e lo sviluppo di rapporti con soggetti pubblici e privati anche di grande importanza ed attivi non solo nel territorio del tortonese. Il primo mese di vita sociale è trascorso tra l’adempimento delle diverse formalità, l’individuazione degli obiettivi prioritari e l’avvio dell’attività. Vista la natura dell’associazione e, soprattutto, vista l’attuale situazione che vive la sanità tortonese, l’attenzione si è rivolta in particolare all’ulteriore sviluppo dei servizi offerti in campo socio-sanitario: potenziamento della rete convenzioni, organizzazione di nuove agevolazioni per ogni singola Società, realizzazione del progetto per un “Punto fornitura Ausili e Dispositivi medici”. I primi risultati raggiunti fanno ben sperare nel futuro: con la firma di accordi con Istituti di assoluta eccellenza, come l’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano e gli Istituti di Ricovero e Cura del Gruppo Iseni (VA), la rete delle convenzioni si già notevolmente arricchita.


Ad affiancare le agevolazioni legate alla diagnostica e alla cura, è arrivata la conferma da parte di numerosi soggetti (enti religiosi, associazioni, cooperative sociali) impegnati nell’accoglienza dei familiari di pazienti ricoverati o in cura nelle strutture di Genova e di Milano: nelle due città, gli iscritti alle Società aderenti a “SOMS Insieme” potranno trovare alloggi di diversa tipologia a prezzi assolutamente competitivi (in media sotto i 25/30 euro al giorno) e appoggiarsi ad organizzazioni specializzate nella ricerca delle più diverse soluzioni abitative di accoglienza, come la Cooperativa Sociale milanese “I sei petali”.

Novità e cura dei particolari non sono state certo messe in secondo piano: un esempio è il Centro “Gocce di Sole” di Arquata Scrivia, specializzato in Estetica Oncologica attraverso i corsi organizzati all’Istituto Europeo di Oncologia di Milano dall’APEO. Estetica e oncologia, dunque: un nuovo connubio di cui lo stesso professor Umberto Veronesi si è fatto portavoce, mettendo in evidenza come l’estetista possa essere una figura dal peso davvero rilevante nell’aiutare e nel supportare il paziente oncologico a ridurre il disagio causato dalla malattia. Le terapie contro i tumori, infatti, hanno spesso effetti collaterali come caduta dei capelli e delle unghie, cicatrici, gonfiori, macchie: problemi estetici che possono avere pesanti ripercussioni sull’autostima e sulla qualità della vita del malato, soprattutto delle donne ma non solo.

La realizzazione del progetto riguardante il “Punto fornitura Ausili e Dispositivi medici” è invece prevista per il prossimo anno e dipenderà comunque dalla capacità di trovare anche supporti esterni e qualche sponsorizzazione. L’idea è quella di acquistare un certo numero di ausili (carrozzina, deambulatore, materassino antidecubito, …) da offrire in uso gratuito temporaneo ai soci che ne avessero necessità (30/60/90 giorni a fronte di una cauzione da restituire alla riconsegna). Non sempre il servizio sanitario nazionale è in grado di rispondere con immediatezza alla richiesta di ausili e questo può provocare, tra l’altro, il prolungamento del ricovero con i relativi costi del tutto evitabili. Il servizio dunque avrebbe una doppia valenza ed utilità, per i soci e per le casse del servizio sanitario. Il Consiglio Direttivo che guiderà “SOMS Insieme” nel primo mandato è composto da Presidente: Daniele Massazza Consigliere vicepresidente: Marina Torriglia Consigliere con funzioni di segretario/tesoriere: Roberto Salio L’associazione ha eletto la propria sede legale presso la sede della Società di Mutuo Soccorso di Vhò (Tortona).