Nell’ambito dei servizi svolti dai Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Alessandria per verificare il rispetto della normativa ambientale nel territorio della Provincia, è stata ispezionata un’azienda con sede nel Tortonese dedita al recupero di rifiuti in carta, cartone, plastica, legno.

L’azienda, sebbene regolarmente legittimata ad operare dalla Provincia di Alessandria, ha ricevuto in ingresso rifiuti non previsti dal proprio titolo autorizzativo.


In particolare durante l’ispezione è stata riscontrata la presenza di rifiuti non contemplati nell’autorizzazione, quali scarti tessili, approssimativamente 15 tonnellate di sacchi di iuta. Sono inoltre emerse delle discrasie concernenti la disposizione dei rifiuti in relazione alle prescrizioni autorizzative, fra cui un quantitativo di rifiuti in stoccaggio superiore al lecito, suddiviso in svariate tipologie di scarto collocate in modo non coerente con le aree autorizzate.

La responsabile dell’azienda è stata deferita alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria per il reato di illecita gestione di rifiuti e violazione delle disposizioni autorizzative nella gestione di rifiuti, prescrivendo loro di rettificare le carenze riscontrate entro 60 giorni.

Ulteriori carenze sono state riscontrate nella tenuta della documentazione contabile dei rifiuti, per le quali è stata applicata una sanzione di tipo amministrativo.