A seguito di analisi e programmazione di servizi general preventivi deliberati in sede di tavolo tecnico permanente settimanale dalla Questura di Alessandria, nel pomeriggio del 15 c. m., il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Casale Monferrato, con l’impiego di propri operatori di Polizia, unitamente a 6 pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Torino e ad una pattuglia del locale Posto di Polizia Ferroviaria, ha realizzato una serie di attività operative volte al controllo di persone in transito e permanenza sul territorio.

Nel corso dei suindicati controlli e di successive attività, sono state identificate e controllate 40 persone, di cui 6 di nazionalità straniera e numerose autovetture in entrata ed uscita dalla città.


Nel contesto di tale attività, avendo appreso da personale del locale Posto Polfer che presso il domicilio di un cittadino italiano, residente in Casale Monferrato, lo stesso potesse detenere illegalmente armi da sparo, è stata predisposta una perquisizione domiciliare ex art. 41 TULPS che ha dato esito positivo.

Infatti, all’interno dell’abitazione, sono stati rinvenuti dei coltelli professionali, una spada del tipo giapponese riproducente “Katana”, un tirapugni in metallo, n.3 coltelli a serramanico, un involucro contenente della sostanza marrone, risultata poi essere hashish, del peso di gr. 0,5. Inoltre, dalle risultanze è emerso che il soggetto deteneva illegalmente un’arma da fuoco, nascosta nel comodino della camera da letto, risultata essere una pistola cal. 7.65, marca Bernardelli, comprensiva di n.8 cartucce, di cui una in camera di cartuccia, quindi pronta all’utilizzo a fuoco.

Tale arma, comprensiva di munizionamento è risultata essere oggetto di furto perpetrato nel 2015 a Predappio (FC).

Pertanto, il cittadino casalese è stato tratto in arresto e posto a disposizione dell’A.G. di Vercelli che ha successivamente disposto il giudizio direttissimo. Dopo la convalida dell’arresto, effettuato dalla Polizia, il Giudice ha condannato l’imputato ad un anno e due mesi di reclusione, pena sospesa con obbligo di firma presso il Commissariato.