La realizzazione del Museo del Cappello Borsalino fa un deciso passo avanti.

E’ stata sottoscritta, oggi, infatti, in Sala Giunta, la convenzione tra il Comune di Alessandria e la Hares Equita S.R.L. (società che con l’affitto di azienda è subentrata alla Borsalino in tutti gli accordi precedentemente intercorsi) per la realizzazione del nuovo museo.


La Giunta Comunale approverà, al più presto, il progetto definitivo del primo lotto dei lavori e sarà possibile indire le gare per l’assegnazione degli stessi. Il tempo necessario per il completamento dell’opera (dalla consegna dei lavori) sarà di circa 24 settimane.

Con la firma della convenzione si procederà alla ricollocazione del ‘Museo del Cappello Borsalino’ che sarà trasferito dalla attuale sede (nei locali del primo piano dell’ex palazzina Uffici Borsalino) alla nuova sede al piano terreno. I locali del primo piano, lasciati liberi, saranno utilizzati dall’Università per la creazione di due aule didattiche di duecento posti ciascuna.

La firma della convenzione, inoltre, definisce i termini per l’affidamento alla Borsalino della gestione del Museo del Cappello che avrà durata di cinque anni.

Il Comune di Alessandria si impegna a subconcedere in uso alla Borsalino gli spazi al piano terreno sul lastrico solare del cortile interno di proprietà del condominio “Complesso Agorà”; in tali spazi la Borsalino potrà realizzare, eventualmente, a proprie spese, una zona hospitality polifunzionale (bar, ristorante etc.).

Per la realizzazione del Museo la Borsalino concederà il comodato d’uso gratuito di alcuni  macchinari storici della fabbrica, dei prototipi di cappelli, dei cappelli e dei documenti vari già esposti che saranno ulteriormente implementati con nuovi esemplari.

La Borsalino creerà appositi spazi eventi dedicati per promuovere da un punto di vista culturale la conoscenza dell’azienda, della sua storia, strettamente connessa a quella della Città di Alessandria; garantirà, inoltre, il servizio di apertura al pubblico del Museo sei giorni su sette, per 4 ore giornaliere, e comunque sempre il sabato e al domenica, con orario minimo dalle 15 alle 19.

L’azienda Borsalino è orgogliosa che si sia arrivati ad un accordo per l’allestimento del nuovo museo – ha dichiarato Sasha Camperio, responsabile della Comunicazione Borsalino -; siamo impazienti che  comincino i lavori. Il Museo custodisce la nostra storia e valorizza ciò che la nostra storia può rappresentare per il futuro. Ci auguriamo che possa diventare una delle grandi attrazioni per la città di Alessandria”.

Siamo molto soddisfatti per la sottoscrizione della convenzione – afferma il vicesindaco, Giancarlo Cattaneo -. A nome dell’Amministrazione Comunale ringrazio sentitamente i nuovi proprietari per aver voluto raccogliere la sfida di salvare la fabbrica dal fallimento e rilanciarla sul mercato internazionale, considerando il museo del cappello come elemento fondamentale di questo rilancio. Un progetto di sviluppo della Città passa anche attraverso la valorizzazione delle sue risorse culturali ed il Museo del Cappello è certamente una di queste”.