I Carabinieri della Stazione di San Salvatore Monferrato hanno posto agli arresti domiciliari in una comunità A. I., di 41 anni, in esecuzione di una ordinanza di aggravamento di misura a seguito di trasgressione di prescrizioni emessa dal GIP del Tribunale di Alessandria. Infatti, a seguito delle indagini e degli interventi svolti dai militari del posto, l’uomo era già stato oggetto di ordinanza di allontanamento dalla casa familiare per i reati di tentata estorsione e maltrattamento in famiglia commessi nei confronti dei genitori.

Ma a fine gennaio il padre dell’uomo telefonava ai carabinieri richiedendo un intervento perché suo figlio era nuovamente in casa loro e chiedeva dei soldi con insistenza. Stessa cosa avveniva ai primi di febbraio di quest’anno, mentre a metà febbraio il padre del 41enne denunciava che il figlio la sera precedente era andato a casa loro e aveva preso senza autorizzazione una somma di denaro e la loro auto, dopo essersi impossessato delle chiavi. Considerato che l’uomo in poco tempo aveva più volte violato i divieti impostigli e, cosa ancora più grave, era sempre più aggressivo, il GIP decideva di aggravare la misura sostituendola con quella degli arresti domiciliari presso una comunità sita in provincia di Alessandria.


Pertanto, il 17 marzo l’uomo veniva prelevato dai militari dal luogo di residenza e, come disposto, accompagnato nella comunità in regime di arresti domiciliari.