Ben sei persone sono state vittima delle truffe online a Voghera e dintorni negli ultimi tempi, per cui la Polizia del Commissariato di Voghera ha deciso di diramare alcuni consigli utili che pubblichiamo di seguito.

Selezione del venditore.

E’ sempre bene selezionare le offerte valutando l’affidabilità del venditore: se sono ditte specializzate nella vendita online – previo riscontro sul web sulla loro presenza – gli acquisti sono in genere relativamente sicuri. Se si tratta di privati, esigete fotografie dell’oggetto e le specifiche del prodotto (se non sono in loro possesso, impiegheranno del tempo per rispondervi: valutate i ritardi delle risposte), numeri di telefono ed ogni altro elemento conoscitivo del venditore (quelli più affidabili sono inseriti in “mercatini” elettronici ed in genere scambiano più oggetti. Verificate da quanto tempo sono iscritti in quei siti). Non concludete in modo affrettato l’acquisto e nel limite del possibile andate a visionare l’oggetto personalmente o per il tramite di un conoscente di fiducia.

Modalità di pagamento sicure.

Raramente è consentito il pagamento in contrassegno, che rappresenta il metodo più sicuro, perchè si paga contestualmente alla consegna del bene. E’ opportuno informarsi sulle moderne modalità di pagamento protette e garantite, da preferire e da imporre nelle transazioni (il pagamento sulle carte prepagate nasconde talvolta delle insidie). Se usate le carte di credito, controllare nei mesi successivi all’acquisto gli estratti conto al fine di verificare eventuali irregolarità.

E ancora

Stampate sempre e conservate tutti i documenti che attestano il tipo di acquisto: descrizione del prodotto, l’ordine, le attestazioni di pagamento: in caso di truffa saranno elementi preziosi per attivare le indagini. In assenza di precisi riferimenti, l’attività diventa decisamente più complessa.

14 gennaio 2016