Una parte dello stabile delle ex suore cieche

Una parte dello stabile delle ex suore cieche

La Questura di Alessandria ha trasmesso per conoscenza al Sindaco comunicazione dell’arrivo di ulteriori 4 migranti, che sono stati assegnati alla struttura “Coop Villa Ticinum onlus”, presso il fabbricato delle ex suore cieche in vai Emilia nord.

“L’Amministrazione Comunale – recita ujna nota del Comune di Tortona –  ribadisce, ancora una volta, la propria contrarietà alla concentrazione di gruppi numerosi di migranti all’interno di un unico edificio, ha chiesto alla Prefettura di poter ricevere giornalmente un elenco degli ospiti presenti nelle strutture cittadine. Questa parcellizzazione degli arrivi, rischia infatti di non consentire un adeguato e puntuale controllo delle presenze sul territorio da parte del Comune, che ha già avviato e sta proseguendo nelle opportune verifiche strutturali e di idoneità ricettiva dei locali individuati per l’accoglienza dei migranti sul suo territorio. Gli esiti e i verbali di tali sopralluoghi, nei prossimi giorni, verranno comunicati ai Gestori dei servizi di accoglienza individuati dalla Prefettura per svolgere tale attività nella Città di Tortona.”


Il Comune sottolinea che “si è provveduto a segnalare alla Prefettura il clima mediatico e sociale che si sta nuovamente esacerbando in particolare attraverso i social network e che costringerà l’Amministrazione, in caso di post contenenti insulti e minacce, a tutelarsi sia nei confronti degli autori che dei gestori delle pagine che ne consentono la visualizzazione.”

9 dicembre 2015