Miloscio sindaco pozzolo

Il sindaco di Pozzolo Domenico Miloscio

Martedì 29 dicembre ore 17. Sala consiliare del Comune di Pozzolo. Riunione straordinaria e d’urgenza del Consiglio Comunale. Molti i punti interessanti: l’approvazione del regolamento disciplinante l’istituzione ed il funzionamento della Consulta dei Cittadini e della convenzione con la Provincia di Alessandria avente per oggetto il nuovo sistema di regolazione del traffico, all’incrocio tra le strade comunali Via Bettole nel Comune di Pozzolo e Strada Fossa del Sale nel Comune di Novi, Ma, sicuramente, il punto più atteso è il primo: “Relazione per l’anno 2015 dell’attività svolta dal Forum Giovanile:”

La speranza-dice il Sindaco Domenico Miloscio-è che la discussione serva a portare chiarezza. Sarebbe opportuno, per il momento, che chi ha scritto una determinata lettera pubblicata su facebook sul finire dell’estate si faccia da parte. Fermo restando che noi non vogliamo escludere nessuno.”

Abbiamo sentito il Sindaco di Pozzolo prima dello svolgimento del Consiglio Comunale in merito alle accuse lanciate dai componenti del Forum Giovani ed al loro abbandono. “Io vorrei che si facesse molta e molta chiarezza-afferma il Sindaco Domenico Miloscio-e su una materia che considero molto delicata. Il fatto è che quel ragazzo autore di quella lettera postata su facebook non si è limitato a criticare l’operato dell’Amministrazione Comunale. Amministrazione Comunale che per il suo operato, per come lo conduce, può benissimo essere criticata. Il fatto è che quel ragazzo, con il tono della lettera, per come ha espresso i suoi contenuti, ha offeso i componenti della Giunta e non solo della Giunta. Tanto è vero che, nei suoi confronti, è stata sporta una querela. Ma, ripeto, se le critiche sono ammissibili non lo è scendere sul piano degli insulti. Questo è un atteggiamento che non deve essere quello del Forum Giovani.”

Domenico Miloscio calibra le parole, quasi le cerca. Il suo desiderio è di non aprire ulteriori crepe. Vuole, semplicemente, mettere dei paletti. Al Forum Giovani, nato nel 2003, ha dato particolare impulso quando divenne Assessore alle Politiche Giovanili. Il Sindaco Domenico Miloscio continua: “Non possiamo accettare un comportamento maleducato in un contesto come quello del Forum, un Forum dove sono presenti anche ragazzi di quindici anni di età. Questo ragazzo che ha scritto la lettera ha ventisei-ventisette anni e dovrebbe essere un esempio positivo per tutti. Come Amministrazione Comunale abbiamo sempre difeso i diritti dei giovani. Nei mesi scorsi ci sono però stati  dei genitori che ci hanno chiesto come sia possibile, in un’associazione giovanile, l’uso di certi linguaggi. E concludendo che, se la situazione è questa, non avrebbero più mandato i loro ragazzi. Noi come Amministrazione Comunale abbiamo semplicemente chiesto a colui che era il Presidente del Forum Giovani di dissociarsi dai toni di una lettera che parlava a nome di tutto il Forum Giovani.”

E’ un Domenico Miloscio quello che continua a parlare, a spiegare, deluso ma che nel contempo vuole, desidera fortemente che questa esperienza del Forum continui. Perchè ci crede moltissimo. Perchè vi ha dedicato molto tempo e molte energie. “Questa dissociazione che abbiamo richiesto-rileva- non c’è stata. Dovevamo garantire alle famiglie che queste volgarità sarebbero state semplicemente un caso. Isolato. Ma, ripeto, la dissociazione non c’è stata ed il Forum Giovani deve andare avanti. Come, del resto, è avvenuto in occasione della manifestazione Disturbi di Natale, tenutasi il 22 dicembre, ed alla quale erano presenti molti ragazzi che hanno partecipato all’evento. C’era molta gioventù, la piazza era piena di ragazzi, di giovani. Si è ascoltata musica, si è mangiato, si sono divertiti. Ma con il rammarico che taluni ragazzi non hanno aderito perchè, evidentemente, non hanno compreso quale deve essere lo spirito del Forum. Il Forum rappresenta il mondo giovanile di Pozzolo e deve dare il buon esempio.” Si riannodano le tappe della vicenda, come in una serie di flash back

 “Dopo la pubblicazione della lettera su facebook-afferma il Sindaco-ho parlato personalmente con quel ragazzo. Gli ho detto che potevo benissimo capire l’esistenza di alcuni problemi ma gli chiedevo di chiarire che il tono e talune forme utilizzate gli erano sfuggite. Che non era quello il tono ed il linguaggio che voleva utilizzare. Mi ha risposto con arroganza, affermando di essere sicuro di quello che aveva detto e di non sentirsi affatto disposto a chiedere scusa ad alcuno. Gli ho replicato che se la risposta era quella, il suo pensiero, era inevitabile andare avanti con tutto quello che ne sarebbe conseguito. Anche con le querele. Devo difendere l’operato del Forum Giovani che non è una cosa a sé stante ma una emanazione dell’Amministrazione Comunale. Il Forum deve andare avanti. Era evidente che si doveva prendere una posizione e se poi il Presidente del Forum Giovani, Gerardo Baldassarre, non ha voluto dissociarsi era logico che si procedesse al Commissariamento del Forum.”

Quindi fa una precisazione: “Al Forum possono partecipare i giovani di Pozzolo in una età compresa tra i 15 ed i 27 anni. Non c’è bisogno di fare una tessera, solo compilare una attestazione informale. Attualmente circa 400 ragazzi fanno parte del Forum Giovani. Alcuni di loro hanno partecipato a Disturbi di Natale e sono stati invitati anche quei ragazzi che, la scorsa settimana, avevano dichiarato di non fare più parte del Forum Giovani. L’Amministrazione Comunale non vuole escludere nessuno, sollecita chiarezza, quella chiarezza che, spero, venga dalla discussione in Consiglio Comunale.” Ma la storia ha bisogno ancora di due tasselli. Due Consigli Comunali Il primo tenutosi lunedì 13 ottobre. Il Sindaco parte da una premessa: “Nell’incontro con quel ragazzo e, successivamente, con esponenti del Forum Giovani, ho fatto presente che l’Amministrazione Comunale si sarebbe impegnata a che il Forum potesse avere una sua sede. Come, puntualmente, è avvenuto proprio pochi giorni prima di Natale. C’è stato un incontro informale con il Presidente del Forum Giovani. Quindi, gli è stata scritta una lettera da parte del Segretario Comunale in cui gli si chiedeva di dissociarsi e, preciso, non dalle rivendicazioni che posso ritenere sacrosante dei giovani di Pozzolo ma dal tono di maleducazione dello scritto. Non abbiamo avuto alcun riscontro. Quindi abbiamo chiesto loro di venire a parlare in Consiglio Comunale, in quanto organo ufficiale in cui poter spiegare quanto accaduto e far valere anche le loro rivendicazioni. Al Consiglio Comunale tenutosi il 13 ottobre si sono presentati. Li abbiamo invitati a parlare. L’ho fatto io, l’ha fatto l’Assessore alle Politiche Giovanili Rosaria Maggio, l’ha fatto la loro rappresentante in Consiglio Comunale Alice Fumai. Loro si sono rifiutati, chiedendo di rinviare il loro intervento ad un successivo Consiglio Comunale in cui, come punto all’ordine del giorno, ci sarebbe stato proprio il Forum Giovani. Abbiamo chiesto di farci pervenire una richiesta scritta in tal senso. Per quindici-venti giorni non si sono fatti sentire. Si è giunti in pratica al blocco dell’operatività del Forum.” Quindi il Consiglio Comunale del 30 novembre. “Siamo stati costretti, a quel punto, ad ammettere il venir meno di un rapporto fiduciario chiedendo al Presidente del Forum  Giovani di dimettersi per il bene del Forum Giovani stesso. Adesso con il Consiglio Comunale del 29 dicembre vorremmo ascoltarli e, per questa via, responsabilizzarli. La speranza è che ci possano essere dei chiarimenti e si possa continuare la collaborazione anche con quegli elementi che, al momento, affermano di non fare più parte del Forum Giovani.”

Maurizio Priano 

29 dicembre 2015