ospedale - QLa rivoluzione nella sanità provinciale partirà il primo gennaio 2016, quando, secondo alcune   notizie che filtrano dall’ambiente, il Pronto Soccorso anziché due medici come sono quelli in servizio adesso che lavorano entrambi sui pazienti, avrà un medico soltanto, mentre il secondo sarà reperibile e addetto al trasporto dei malati presso altri ospedali di livello superiore.

E’ una delle tante conseguenze del drastico ridimensionamento che sta subendo il nosocomio tortonese che, perdendo di importanza a livello provinciale, vedrà il dirottamento di molti pazienti verso gli ospedali di Alessandria e Novi Ligure, se non addirittura a Casale Monferrato


Così, il secondo medico che oggi presta servizio al Pronto Soccorso verrà adibito al servizio di accompagnamento sulle ambulanze che trasporteranno i malati più gravi altrove.

In pratica, il secondo medico assisterà i malati che, giunti al Pronto Soccorso di Tortona con l’ambulanza, saranno ritenuto troppo gravi per un ospedale di terza fascia come quello tortonese e verranno trasportati (sempre in ambulanza) negli ospedali più importanti.

La presenza del medico a bordo, in questi casi è fondamentale, perché potrebbe impedire al paziente di morire durante il trasporto!!

3 dicembre 2015