Palazzo del Monferrato

Palazzo del Monferrato

Mercoledì 9 dicembre alle 17.30, a palazzo del Monferrato di Alessandria in via San Lorenzo, organizzato da Camera di Commercio e Comune di Alessandria, si terrà un convegno dedicato a Carlo Michel, grande imprenditore alessandrino tra Otto e Novecento, cognato di madre Teresa Grillo Michel, fondatrice delle Figlie della Divina Provvidenza.

Sarà un convegno dedicato anche alla bicicletta, alla sua prima comparsa sulle strade della nostra città quasi 150 anni fa, e alla fortuna che quel mezzo di trasporto ha avuto da quel momento in Alessandria e in Italia. Fu proprio Carlo Michel, infatti, a portare tra i primissimi nel nostro paese una bicicletta, anzi un velocipede Michaux, che aveva visto all’Expo di Parigi nel 1867.


Da quel momento fu vera passione per l’industriale della birra che sarebbe diventato vice presidente dell’Unione Velocipedistica Italiana e avrebbe contribuito a fare di Alessandria una delle culle del ciclismo agonistico nazionale. Per ricordare Carlo Michel nel centenario della morte (era nato a San Salvatore Monferrato nel 1842 e morì ad Alessandria nel 1915), si svolgerà a Palazzo del Monferrato una mezza giornata di studio e di incontro, organizzata dalla Camera di Commercio – di cui Michel fu presidente per quasi trent’anni – e dal Comune di Alessandria. Sara proprio l’assessore comunale Mauro Cattaneo ad aprire i lavori che avranno inizio mercoledì 9 dicembre alle ore 17.30. Cattaneo presenterà nell’occasione un importante progetto di mobilità sostenibile che vede il Comune nel ruolo di promotore e che porta il nome di “Alessandria città delle biciclette”.

La seconda relazione sarà affidata a Roberto Livraghi, segretario generale della Camera di commercio e storico della nostra città e del territorio, che traccerà un ritratto di Carlo Michel. Titolo del suo intervento: “A tutta birra! Carlo Michel tra nascita dell’industria, impegno sociale e fascino delle due ruote”. Michel, infatti, oltre a essere un protagonista del decollo industriale cittadino di fine Ottocento, rappresentò anche un fondamentale sostegno per le attività filantropiche della cognata rimasta vedova. La relazione conclusiva vedrà impegnata Mimma Caligaris, vicepresidente dell’Unione Stampa Sportiva Italiana, che parlerà sul tema: “Il ciclismo? È nato in Alessandria. La “Pista”, le corse, i campioni, le fabbriche, la “casa” della Federazione”.

Alla giornalista de “Il Piccolo” toccherà ricordare le tante benemerenze che Alessandria ha acquisito negli anni eroici del ciclismo, ancora prima che Girardengo e Coppi, i campionissimi di casa nostra, facessero il proprio esordio sulle strade. Se infatti Girardengo si mise in luce all’inizio degli anni Dieci, Alessandria aveva già ospitato la sede della Federazione nazionale ciclistica (che allora si chiamava UVI) fin dagli anni Ottanta e nel 1890 era stata costruita ai piedi del cavalcavia, detto del Dongione, la pista che avrebbe dato solo qualche decennio più tardi a un intero quartiere cittadino, progettato come espansione urbanistica della città. Un convegno pieno di argomenti e di aspetti di sicuro interesse, aperto a quanti si sentano appassionati di storia cittadina, di ciclismo, ma anche di storia del costume e dell’economia. L’appuntamento è per mercoledì 9 dicembre a Palazzo del Monferrato, alle ore 17.30.

8 dicembre 2015