pistola colpi - QQuestione di soldi,perché secondo il racconto della donna, il marito avrebbe prelevato diversi soldi dal conto corrente di famiglia, ma non solo.

Quella raccontata dalla donna B. F., 49 anni, che venerdì si é recata presso la caserma dei carabinieri di Tortona a denunciare il marito violento, avrebbe radici lontane e risale a parecchi anni fa con minacce e maltrattamenti di vecchia data.


I dissapori nella coppia che ha due figli minorenni, sarebbero acuiti da questioni di denaro, che hanno subito scatenato violente discussioni tra i coniugi.

A finire nel mirino delle accuse della donna é il marito: G. Z., 47 anni, imprenditore nel settore dell’autotrasporto.

La donna riferisce di aver temuto per la sua vita ed ha paura che da qualche parte, il marito nasconda un’arma: per questo motivo i carabinieri danno subito il via ad un’accurata perquisizione nella casa della famiglia e qui trovano una pistola calibro 38 special con matricola abrasa e sei proiettili che vedete nella foto.

La posizione dell’uomo si aggrava e la procura della repubblica di Alessandria, emette nei suoi confronti un ordine di arresto per maltrattamenti in famiglia, minaccia aggravata e detenzione illegale di pistola con matricola abrasa.

L’imprenditore tortonese viene rinchiuso nel carcere di Alessandria.

28 novembre 2015