fava cristina - QNelle prossime settimane, con l’arrivo delle temperature sempre più rigide dell’inverno, saranno tolte le fioriere che da alcuni mesi stanno abbellendo le ringhiere del ponte sul fiume Po.

 

Ma non sarà un addio, perché la prossima primavera torneranno i fiori: «Grazie alla sensibilità di alcuni vivaisti casalesi – hanno spiegato il sindaco Titti Palazzetti e l’assessore Cristina Fava –, in concomitanza con le grandi iniziative estive, come ad esempio la Festa del Vino, abbiamo potuto avere un biglietto da visita della città colorato e di assoluta bellezza. Credo sia doveroso, a nome di tutta Casale Monferrato, ringraziare quindi le aziende Varallo, di Paolo Gilardino, e Costanzo Savio e Doriano per averci donato i fiori che hanno abbellito uno degli ingressi della città. Uno spettacolo che tornerà la prossima primavera e che si prolungherà fino al tardo autunno, con fiori e piante ornamentali che si susseguiranno durante i mesi».


 

Una sensibilità che, però, si è scontrata con alcuni atti vandalici che hanno colpito le piantine nelle scorse settimane: «Atti vandalici che non solo hanno distrutto le piantine, ma anche le vaschette e l’impianto d’irrigazione, per un danno di circa duemila euro – hanno voluto sottolineare il sidaco Palazzetti e l’assessore Fava – Poiché crediamo nella bellezza, l’arredo sarà ripristinato e a primavera torneranno i fiori. Fortunatamente sono casi isolati perché la stragrande maggioranza della città ha sempre dimostrato grande sensibilità al bene comune, soprattutto quello che va ad abbellire e impreziosire Casale Monferrato e il suo territorio».

14 novembre 2015