Fabio Novello e Sofia Falchetto

Davide Novello e Sofia Falchetto

In genere i film si guardano e la gente rimane in sala fino alla fine, un po’ più difficile, invece é parlare di cinema: il pubblico rischia di annoiarsi. Cosa che invece non si é verificata affatto venerdì 30 ottobre, a Sale, con la conferenza di Sofia Falchetto e Davide Novello dal titolo “La realtà nella finzione – Storia della professione dell’attore cinematografico dalle origini ai giorni nostri”.

Tanto pubblico alla sala consiliare del comune di Sale, per quella che é stato il primo appuntamento del nuovo ciclo di incontri organizzati dalla locale biblioteca A. Molinari.


L’assessore alla cultura, Alessandra Sterpi, dopo aver portato i saluti dell’Amministrazione, ha presentato al numeroso pubblico intervenuto i due giovani relatori che con disinvoltura e competenza, avvalendosi di supporti multimediali, hanno fatto comprendere come si è evoluto il mestiere dell’attore cinematografico dai tempi del muto, attraverso l’avvento del sonoro, fino alle performance estreme degli attori contemporanei. Il pubblico ha apprezzato la preparazione e la passione dei due giovani relatori che hanno saputo spiegare il grande lavoro e sacrificio richiesti da una professione che ai più sembra semplice e naturale, vista la bravura con la quale, poi, gli attori interpretano la parte assegnata loro nei film.

Un ottimo inizio per una serie di appuntamenti organizzati dalla biblioteca A. Molinari che proseguiranno venerdì 20 novembre alle ore 21, presso la sala teatro dell’Istituto Sacro Cuore di Sale, con una conferenza dal titolo “In viaggio con l’enciclica Laudato Sì”, religione, etica ed ecologia, messi a confronto da Luciano Valle.

2 novembre 2015

novello sterpi alessandra L

novello falchetto pubblico - I-E