torte cartosio -2 QDomenica 15 novembre 2015 verrà ricordata a Cartosio per la vivace e frequentatissima festa della frutta d’autunno che ha animato piazza Terracini e via Roma con espositori di qualità sul tema dei frutti antichi piemontesi, gli agrumi, gli ortaggi territoriali da tutelare e valorizzare (dalle zucche di Piozzo ai porri di Cervere, dalle patate delle montagne valdostane ai cavoli di Montalto Dora compresi nel paniere della Provincia di Torino).

 

Per un giorno Cartosio è stata crocevia di saperi e di dibattiti sul recupero del patrimonio ortofrutticolo. La conferma di quanto la frutticoltura e l’orticoltura amatoriali destino interesse è venuta dal grande successo delle conversazioni che si sono susseguite durante tutta la giornata. La giornalista Emanuela Rosa Clot, che dirige il mensile Gardenia, ha animato gli interventi degli esperti e ha stimolato all’azione chiunque ami la natura e voglia produrre da sé la frutta per la propria tavola. Si è parlato del recupero del Pum d’la lira, una vecchia mela di grossa pezzatura, dolce acidula, un tempo coltivata e molto apprezzata nell’Alto Monferrato. Lungo la mostra pomologica allestita su via Roma si sono dati appuntamento gli appassionati dell’argomento che frequentano i forum internet e i gruppi facebook di frutticoltura.


 

torte cartosio - QL’amministrazione comunale di Cartosio ringrazia la popolazione per la collaborazione e l’entusiasmo che ha dimostrato e i visitatori venuti da fuori per aver onorato la festa con la loro presenza. Un ringraziamento speciale va alla Proloco che ha collaborato all’allestimento e ha cucinato per tutti. Un ringraziamento ancora più speciale va alle dodici donne di Cartosio che hanno preparato torte straordinarie, valutate da una giuria di tre esperti e gourmet (il pasticcere in pensione Gianni Tornato, la cuoca Manuela Mattiazzo e la giornalista Mimma Pallavicini). La giuria ha assegnto il primo premio assoluto ad uno squisito tiramisù agli agrumi preparato da Camilla Assandri, ha riconosciuto l’eccellenza estetica ad una scenografica torta di frutta al caramello, vera torta-opera d’arte di Giulia Accosato e, per la sua originalità, il premio come torta più nuova e diversa ad una invitante cheesecake di fichi e noci confezionata da Sofia Lattanzio. Comunque tutte le torte hanno avuto il premio più ambito dai pasticceri, ovvero il massimo gradimento dei golosi. In un attimo dodici grandi torte di raffinata arte pasticcera sono sparite tra esclamazioni di piacere.

 

Cartosio tornerà a fare festa sul tema della frutta domenica 20 marzo 2016 con la seconda edizione di “Primavera fruttuosa”.

17 novembre 2015