prati - Q

Giacomo Maria Prati

All’epoca fece scalpore, perché Angela Volpini, a 7 anni vide la madonna e più di una volta.

Oggi, a distanza di 68 anni racconterà al pubblico presente come queste apparizioni cambiarono al sua vita. Sarà questo il “piatto forte” dell’ultima serata sull’Apocalisse spiegata da Giacomo Maria Prati.


La serata é in programma giovedì 12 novembre ore 21 presso la Sala Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona che concluderà il ciclo degli incontri.
Gino Bartalena leggerà alcuni pezi del libro sacro e Giacomo Maria Prati commenterà gli ultimi capitoli del Libro profetico di Giovanni dal 17esimo al 22esimo capitolo, dedicati alla visione della città del male, Babilonia e della città della luce: la nuova Gerusalemme, oltre che riguardanti la visione del Giudizio Universale e di Cristo trionfante.

Ospite d’onore della serata, con una sua testimonianza spirituale, sarà appunto  Angela Volpini, protagonista da bambina delle controverse “apparizioni” mariane di Casanova Staffora (1947-1956) che allora attirarono centinaia di migliaia di pellegrini nel piccolo paesino, vicino a Varzi e in Diocesi di Tortona, dove ancora oggi la donna vive.

Angela Volpini

Angela Volpini

Angela vide la Madonna all’età di sette anni, il 4 giugno del 1947,

Fu quella la prima di 80 apparizioni di Maria che si ripeterono ogni 4 del mese, salvo due interruzioni, fino al 4 giugno del 1956. “Da quel giorno – dice ASngela Volpini – fu sconvolta non solo la mia, ma anche la vita della mia famiglia.”

In breve tempo la notizia arrivò alla ribalta dei giornali e folle immense – fino a 300.000 persone in un giorno – giunsero a Casanova, con i pullman sgangherati di allora, per assistere alle mie estasi, con la speranza di vedere anch’essi la Madonna. I giornali dell’epoca riferirono di fenomeni solari straordinari concomitanti ad alcune apparizioni.

Angela Volpini spiegherà come tutta la storia cambiò per sempre la sua esistenza.

11 novembre 2015