finanza MIlano - INel corso di accertamenti finalizzati alla prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio, i finanzieri della Compagnia di Alessandria hanno scoperto un’ingente evasione fiscale effettuata da una nota società, operante nella provincia di Alessandria ed attiva nel settore del commercio di mobili per la casa.

L’attività investigativa, eseguita attraverso la puntuale disamina della documentazione contabile, ha fatto emergere numerose anomalìe, specie con riferimento all’esame analitico delle molteplici posizioni bancarie, ascrivibili ad ingenti flussi finanziari generati dal notevole utilizzo di denaro contante.


L’attività di verifica, relativa agli anni d’imposta dal 2010 al 2014, ha permesso di constatare, complessivamente, ricavi non dichiarati per oltre 430.000 euro ed un’I.V.A. dovuta per quasi 90 mila euro. Il rappresentante della società è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Alessandria per il reato di infedele dichiarazione. Gli atti sono stati, inoltre, trasmessi alla competente Agenzia delle Entrate per il recupero dei tributi evasi e la relativa multa.

16 novembre 2015