bardone bottazzi - IGli ultimi avvenimenti politici in seno alla Giunta Comunale di Tortona e il prolungato silenzio che arriva dal “palazzo” aprono forti interrogativi sui possibili cambiamenti che potrebbero verificarsi nel breve futuro.

Il fatto che l’assessore al personale Vittoria Colacino sia stata tenuta per tre giorni all’oscuro della risposta del Ministero arrivata in Comune sulla vicenda dei premi che devono restituire i dipendenti comunali , infatti, la dice lunga sulla considerazione che in Giunta, evidentemente, hanno dell’assessore più apprezzato dai cittadini.


Un ritardo che apparentemente non ha spiegazioni e apre forti interrogativi: non è che vogliono estromettere dalla maggioranza la lista civica “Siamo Tortona” che ha proposto un assessore molto scomodo come Vittoria Colacino che richiama all’ordine i dipendenti comunali, per accogliere all’interno della Giunta, un’altra lista civica, “Il cuore di Tortona”  quella di Giuseppe Bottazzi, mai così vicino alla maggioranza?

Qualcuno potrebbe pensare che si tratta di fantapolitica ma se pensiamo che il Comune non hai mai smentito la notizia che abbiamo pubblicato sul fatto che volevano “silurare”  la Colacino togliendole la delega al personale con la scusa della “promozione” e se aggiungiamo il fatto che il consigliere Giuseppe Bottazzi, estromesso dall’opposizione, ha lavorato in diverse occasioni a fianco della maggioranza per l’Expo e si è rifiutato di recente di firmare una mozione di sfiducia contro l’assessore Graziano, questo la dice sui possibili ribaltoni politici che potrebbero verificarsi a Tortona con Bardone che revoca la delega a Colacino per darla a Bottazzi.

Fantapolitica? Mah:  a casa nostra 1+1 fa sempre due, quindi attendiamo gli sviluppi di questa situazione.

C’è da dire che sul ritardo della comunicazione del Mef all’assessore da parte del sindaco, ci saremmo aspettati una presa di posizione di qualcuno, invece a 48 ore dalla notizia che abbiamo pubblicato in esclusiva, nessuno ha proferito parola.

Insomma una situazione davvero scomoda  per l’assesore e sorprende che  Antonio Zanardi leader di “Siamo Tortona” (la lista di Vittoria Colacino) ad esempio, non abbia detto ancora nulla così come la minoranza.

10 ottobre 2015