carabinieri QI Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria hanno arrestato per furto aggravato Salvatore Chindamo, di 43 anni.

La gazzella interveniva alle 09.30 del 14 ottobre in via Lombroso perché era stato segnalato un uomo che citofonava insistentemente in un condominio facendosi aprire il portone con la scusa di consegnare della posta. Un passante che notava la scena segnalava il fatto come strano perché l’uomo che suonava era tutt’altro che un postino. Ai militari giunti rapidamente sul posto veniva fatto notare un uomo che era appena uscito dalle cantine del condominio con due borse piene di roba tra le mani e infatti lo vedevano correre verso via Napoli, poi in via Galilei e in viale Medaglie d’Oro.


Uno dei militari lo inseguiva a piedi e l’altro con l’auto di servizio e il Chindamo per essere più veloce si liberava delle due borse di merce che aveva con sé. Bloccato e identificato in viale Medaglie d’Oro dai militari, veniva accertato che erano due le cantine che erano state visitate dall’uomo il quale aveva tagliato i lucchetti posti a chiusura. Venivano recuperate le due borse che il Chindamo aveva lasciato per strada e dentro una di esse veniva trovata una tenaglia che l’uomo aveva usato per tagliare i lucchetti. Le borse contenevano numerose bottiglie di vino che l’uomo aveva sottratto dai due locali da lui visitati e che venivano restituite ai legittimi proprietari.

Sequestrata la tenaglia, Il Chindamo veniva arrestato per furto aggravato e successivamente posto agli arresti domiciliari in attesa della rito direttissimo svoltosi la mattina del 15 ottobre e conclusosi con la convalida dell’atto, il rinvio dell’udienza e l’applicazione nei confronti dell’uomo della misura dell’obbligo di firma.

16 ottobre 2015